Cronaca Nera

Minacce, molestie, avances sessuali a minorenni, truffa. I carabinieri presentano il conto a un 32enne

Un nome ormai notissimo alle cronache locali. Dovrà scontare in carcere...


TEVEROLA - I carabinieri della stazione di Teverola hanno notificato ieri nel carcere di Secondigliano un provvedimento di esecuzione pene concorrenti  emesso dalla Procura della Repubblica presso il Tribunale di Aversa- Napoli Nord - ufficio esecuzioni penali, ad Armando ARMANDINI , 32 anni, del luogo.

Tanti gli episodi che in passato hanno visto coinvolto questo pregiudicato. Nel 2014 per esempio fu arrestato, sempre dai carabinieri per il reato di maltrattamento e di aggressione fisica e di minaccia con coltello allo scopo di ottenere con la forza somme di danaro nei confronti di un familiare che presentò denuncia e raccontò ogni dettaglio ai militari.

L'anno dopo cioè nel 2015, sempre Armando Armandini fu raggiunto da un ordine di carcerazione emesso dal tribunale di Milano in quanto al tempo doveva espiare 4 anni e 21 giorni di reclusione per i reati di truffa, ricettazione, molestia e corruzione di minorenni reati commessi tra le città di Aversa e Milano tra il 2010 e il 2011.

Ieri la notifica del provvedimento per effetto del quale dovrà scontare 6 anni, 6 mesi e i già citati 21 giorni di reclusione.

Red.Cro.