Cronaca Bianca

MARCIANISE. Il Pd "stronca" l'impianto per il trattamento dei rifiuti speciali. Il sindaco dirà no

Il testo, che pubblichiamo in calce, non lascia adito a dubbi sul parere da fornire alla richiesta della Green Economy srl


MARCIANISE  - Meglio tardi che mai. Si può accettare con serenità e spirito costruttivo l'iniziativa di un partito di maggioranza, anzi del vero partito di maggioranza, a sostegno del sindaco Antonello Velardi, di affiggere un manifesto per rendere pubblica la propria posizione di netta avversione sull'insediamento di un impianto per il trattamento di rifiuti pericolosi in un'area di 14 mila e passa metri quadri che coincide con lo stabilimento dismesso di "Leghe leggere srl", sito considerato "potenzialmente contaminato". Ora, noi non sappiamo chi sono questi della Green Economy srl che hanno presentato istanza per costruire l'impianto. Ma così con un ragionamento meramente istintivo solo da queste parti può capitare che ci sia un'impresa che tra le altre cose nella sua denominazione sociale si definisce "Green", che pensa di installare un impianto per i rifiuti pericolosi in una zona già codificata come critica. Quella del pd sembra una stroncatura senza remissioni e senza possibilità di ripensamento, in linea, così è scritto nel manifesto con le remore e le perplessità già espresse dal sindaco Velardi. Da parte nostra vederemo un pò nei prossimi giorni di capirci qualcosa in più, soprattutto per quel che riguarda l'identità di questa Green Economy e il titolo da essa vantato su quest'area occupata un tempo da Leghe Leggere srl. Va da se, naturalmente che a questo punto il parere che l'amministrazione comunale deve fornire ai sensi dell'articolo 208 del decreto legislativo 152-2006 sarà negativo senza se e senza ma. G.G.   QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL MANIFESTO DEL PD DI MARCIANISE PD PD2