Politica

Diminuiscano i voti e aumentano le poltrone. Zinzi coordinatore e Sarro presidente

In una nota stampa...


CASERTA -  Commenti da fare ce ne sono pochi. Forza Italia non è un partito che ha l'ambizione di espandersi, di investire sul futuro e quindi punta su facce note, anzi, sui soliti noti. Emerge che le famose dimissioni di Mariarosaria Rossi non erano dimissioni. Ma anche su queste vicende è inutile dilungarsi più di tanto, in un partito che è stato costruito per vivere gli anni che vivrà il suo leader, che avendone 80, non è che abbia davanti a sé tempi estesi per programmare politica. Sarro e Zinzi si sono contesi la poltrona e alla fine, in un contesto e in partito dove non esiste uno Statuto, delle regole, è saltata fuori questa storia del presidente e del coordinatore, funzionale solamente a sostenere le ambizioni di entrambi di candidarsi alle prossime elezioni in una posizione blindata. Prospettiva tutt'altro che scontata, perchè viste le percentuali dei sondaggi, Berlusconi avrà bisogno, per far eleggere i suoi fedelissimi di posti blindati in ogni collegio. E allora rimarrebbero le postazioni di quelli che dovranno spendere quattrini ed energie per le preferenze. Cosa che per motivi, alcuni diversi ed altri affini, né Zinzi, né Sarro hanno intenzione di andare ad occupare. G.G. CASERTA - Il coordinatore regionale campano di Forza Italia, Domenico De Siano, d'intesa con la senatrice Mariarosaria Rossi, ha assegnato oggi le deleghe del Coordinamento di Forza Italia della città di Caserta e provincia. In particolare, ha affidato la delega di Presidente al parlamentare Carlo Sarro (rapporti e iniziative tra i diversi enti locali ed i due rami del Parlamento) e di Coordinatore al Consigliere regionale Gianpiero Zinzi (rapporti tra il partito ed il territorio).