Cronaca Nera

AVERSA. Satanisti o allevatori senza scrupoli. In una chiesa sconsacrata resti di bufalotti bruciati

bufalotti

Nella cenere...


AVERSA - Le ombre del satanismo sui ruderi della chiesa sconsacrata ‘Santa Maria delle Grazie’. Macabra scoperta: corpi di bufalotti carbonizzati nei pressi di un luogo di culto, divenuto un rudere, abbandonato da anni. Stiamo scrivendo della chiesa sconsacrata ‘Santa Maria delle Grazie’ in zona Ponte Mezzotta tra Aversa e Cesa. Ieri sera un vasto incendio si è sviluppato in questa zona, tante le richieste di soccorso al 115, dai residenti della zona. Dopo l'intervento dei pompieri normanni, nella cenere sono stati individuati diversi arti inferiori tagliati appartenenti a dei poveri bufalotti, che sarebbero stati bruciati vivi e le cui carcasse sono state rinvenute a terra. Non un caso, non un episodio, bensì un rito. Accedere alla vecchia chiesa risalente al 1100 non è un problema, e a testimoniarlo il grande numero di “reperti” lasciati dai satanisti. In quei luoghi, in particolare nella zona, pare, si fossero celebrati dei riti occulti, come ci riferiscono alcune cittadini. Bufalotti forse bruciati durante le messe nere, resti di focolai sia all’interno che all’esterno dell'edificio sacro, il cui parroco è Don Raffaele Corcioni.

Appena fuori dalla porta principale sarebbe stato individuato un cerchio d’erba bruciata. Impressiona, comunque, che ad oggi vi sia chi utilizza le chiese per tali culti. Poco importa che si tratti di scherzi, messe in scena o vere e proprie celebrazioni nere, resta il fatto che degli animali "innocenti" sono stati brutalmente bruciati vivi. Tra gli investigatori, però si fa strada anche l'ipotesi di allevatori senza scrupoli che non sapendo come utilizzare i bufali maschi, poichè per il latte e la carne si usano solo le femmine, hanno pensato a questa terribile soluzione. Un atto vile e vergognoso che deve essere punito secondo legge.

Lidia de Angelis