Politica

MONDRAGONE ALLE ELEZIONI. Michele Zolfo, dirigente Asl interverrà ad un meeting del Pd

Un caso di opportunità politica all'indomani di ciò che è accaduto a Severo Stefanelli


 

 

 

MONDRAGONE - Qualche tempo fa il dirigente dell'Asl, Severo Stefanelli finì nel calderone del chiacchiericcio politico, in quanto in città sussisteva il sospetto che potesse essere lui il candidato a sindaco della coalizione del Patto Civico e qualcuno ipotizzò anche una sorta di presa di posizione contraria, non solo all'amministrazione comunale Schiappa, ma anche rispetto al consigliere regionale sessano, Gennaro Oliviero, che è divenuto il nuovo punto di riferimento del Pd di Cennami.

Il dott. Stefanelli, ricorse alla smentita e dovette anche precisare che era fuori da qualsiasi gioco o tavolo politico. Mediante la stampa locale, comunque, di recente, qualcuno ha interpretato la manovra dell'aggiornamento dell'elenco dei dirigenti Asl, caldeggiata dai due sindaci di Mondragone, Schiappa e Casapesenna, De Rosa, come uno schiaffo politico rivolto proprio allo storico dirigente Stefanelli.

Fatta questa premessa, veniamo all'evento promosso con tanto di locandina dal Pd di Mondragone. Al museo Biagio Greco, martedì 21 marzo, alle ore 17.30 si terrà il meeting sull'integrazione sociosanitaria "Famiglia, disabilità e futuro".

All'evento promosso da un partito, quindi non dall'amministrazione comunale, verso il terzo settore e in special modo in campagna elettorale, ci saranno i saluti del sindaco Giovanni Schiappa e del vicesindaco Benedetto Zoccola, poi è annotata addirittura l'introduzione del dott. Achille Cennami, capogruppo del Pd ed interverranno l'assessore del Pd, alle politiche sociali, Lucia Smirne e Michele Zolfo, indicato come referente socio sanitario. A conclusione del meeting non poteva mancare l'intervento del consigliere regionale del Pd, membro della quinta commissione Sanità e Sicurezza, Gennaro Oliviero.

Se si rileggono i nomi dei partecipanti si nota la partecipazione di Michele Zolfo. Domanda: ma Michele Zolfo è o non è anche un dirigente dell'Asl di Caserta?

Spulciando nella rete, ci siamo trovati di fronte un curriculum per l'Asl di Caserta, in cui viene evidenziato sotto il nome di Michele Zolfo, la qualifica di dirigente medico, per la direzione sanitaria distrettuale. Poi analizzando il documento ci ritroviamo il "Trasferimento al Distretto 23 di Mondragone Dirigente Medico Staff di Direzione Nominato Referente dell'Ufficio Socio Sanitario e PUA - ASL CASERTA (EX ASL 1 e 2)".

Dunque il Michele Zolfo indicato nel manifesto di partito per l'evento è lo stesso del curriculm Asl? Pertanto un dirigente pubblico, in campagna elettorale ha deciso di presiedere ad un convegno promosso dai Democratici mondragonesi su un tema che attira l'interesse di associazioni e delle componenti del terzo settore?

Se sì, allora occorre sollevare una questione di opportunità politica, in considerazione anche di quello che è accaduto al direttore Severo Stefanelli, che è finito in passato nel mirino di molti commentatori politici.

Si potrà dire, che si tratta di un semplice convegno a tema, non di un incontro elettorale, ma va rimarcato il fatto, che la kermesse nella locandina, non ha il marchio del Comune, ma quello del Pd.

Max Ive