Cronaca Bianca

S.MARIA C.V. Dopo anni aggiudicata la gara per il verde. Ecco quanto risparmierà la città. E stavolta Di Muro...

Nella foto, da sinistra, Biagio Di Muro, Giancarlo Giudicianni e Giovanni Campochiaro

Si riducono drasticamente i costi del passato dai tempi in cui le imprese del verde incassavano vagoni di euro, addirittura 573 mila euro all'anno più 180 mila euro di spesa extra. IN CALCE ALL'ARTICOLO IL LINK CON LA DETERMINA


SANTA MARIA CAPUA VETERE - Finisce un altro storico tormentone, fitto di ombre e probabilmente costellato nel passato, di ruberie assortite e mai disvelate, della città di Santa Maria Capua Vetere. Stavolta, per amor di incontestabile verità, per merito dell'amministrazione passata, quella che Casertace ha letteralmente rivoltato come un calzino, pubblicando un vero e proprio trattato di anatomia giudiziaria in 100 puntate sulla tangentopoli che ha portato all'arresto e al rinvio a giudizio dell'ex sindaco.
 
Però, stavolta, è giusto riconoscere che Di Muro ebbe la forza di chiudere la partita ovviamente, va detto anche sotto la sferza degli articoli di Casertace, con il vero e proprio stillicidio di proroghe che per anni avevano iniettato tossine nella struttura amministrativa dei procedimenti di erogazione del servizio di cura del verde pubblico nella città del foro.
 
Si conclude il tormentone perchè lo scorso 13 febbraio, dopo ben 20 mesi (sono questi i tempi sovietici delle strutture dello stato i questo territorio), la stazione unica appaltante ha trasmesso al comune di Santa Maria il decreto di aggiudicazione definitiva della gara all'impresa C.R.Verde srl di Melito, che curerà alberi, villette comunali e altro per i prossimi 4 anni incassando una cifra complessiva di un milione 228 mila 32 euro circa.
 
Tre furono gli obiettivi espressi a suo tempo dall'amministrazione comunale nel bando di gara: aumento dei metri quadrati di verde da curare (+60%). Aumento delle ore lavorative per i dipendenti, diminuzione dei costi per l'ente, passando dai 573mila euro l'anno più 180mila per spese extra, previsti dalla vecchia gara dell'amministrazione Iodice/Giudicianni, ai 463mila euro previsti dalla nuova gara più eventuale ribasso, che é stato offerto del 17,77% dalla ditta vincitrice C.R.Verde srl.
 
Nelle aree verdi da curare, passate da 108mila metri quadrati a 165mila metri quadrati, il nuovo bando della giunta Di Muro ha incluso anche i siti archeologici e il cimitero, che prima il comune di Santa Maria e dunque tutti i suoi cittadini pagavano extra-a parte e che adesso saranno ricompresi nell’importo di gara.
 
Ora non resta che attendere che l'azienda attui ciò per cui si è impegnata cioè mantenere i livelli occupazionali.
 
G.G.
 
 
CLICCA QUI PER LEGGERE LA DETERMINA