Cronaca Nera

ADISU AVERSA. Martinelli restio a pagare la tangente, minacciato da un membro della Stazione Appaltante

    AVERSA - Per gli inquirenti della Dda e anche per il gip del tribunale di Napoli, Federica Colucci, le intercettazioni dei colloqui risalenti al 29 settembre 20


 

 

AVERSA - Per gli inquirenti della Dda e anche per il gip del tribunale di Napoli, Federica Colucci, le intercettazioni dei colloqui risalenti al 29 settembre 2014 dimostrerebbero che il comportamento dell'imprenditore di San Cipriano, Mario Martinelli, tenuto sulla vicenda dell'appalto dell'Adisu di Aversa, pertinente la Casa dello Studente, aveva fatto innervosire e non poco la consulente finanziaria Loredana Di Giovanni, tanto che Guglielmo La Regina fu costretto a convocare lo stesso architetto di San Cipriano per discutere del presunto mancato impegno di pagare una tangente corruttiva destinata ai membri della stazione appaltante. Si parla solo di un anticipo di 7.000 euro che andavano a sommarsi ai 5000 euro elargiti da Guglielmo La Regina.

Per gli inquirenti queste intercettazioni sono importantissime dal punto di vista indiziario, perché dimostrerebbero come "un'altra persona" si sia, poi, lamentata con Loredana Di Giovanni del fatto che l'appaltatore non aveva a lui corrisposto nulla, nonostante fossero iniziati i lavori.

A questo punto, sempre La Regina nel colloqui intercettati avvisa che questa persona scontenta minacciava "di uscire dal patto (praticamente si leva di mezzo" con delle conseguenti ripercussioni in danno sempre dell'appaltatore "e non so se poi la..."

M.I.