Politica

LA FOTO MADDALONI. A luglio lo avrebbe impiccato e si occupò anche dei notai per mandarlo a casa. Ora tra Santangelo e De Filippo è amore vero

Con tanto di certificazione facebook in vista delle prossime elezioni comunali


MADDALONI - [g.g.] C'eravamo tanto odiati. Poi all'improvviso scoppiò l'amore. Ritornando col pensiero a qualche mese fa, non puoi non collocare quel tempo dentro al celeberrimo ritornello della canzone d'epoca: 'Un'estate fa la storia di noi due'. E che storia: mazzate 'a cecat con Enzo Santangelo a stimolare e a prendere con la frusta il gruppo riottoso dei consiglieri comunali di centrosinistra che a casa, tutto sommato, non se ne volevano andare, dando a De Filippo almeno qualche annetto di tempo. E invece, lui no, determinatissimo ad occuparsi di tutto. Finanche della scelta del notaio, anzi dei notai, visto che che il primo tentativo in un pomeriggio rovente di fine luglio andò male in quel di Cervino, nel cui studio queste firme si sarebbero dovute prendere.

Oggi tutto è cambiato. Dopo Giovanni Sferragatta possiamo tranquillamente dire che Santangelo è stato fulminato su Corso Primo Ottobre. E così capita di vedere foto come questa, in cui, pubblicamente, abbraccia e coccola De Filippo, con tanto di dedica deul supporter Raffaele Cioffi: 'Perchè valori ed esperienza significano qualcosa.'