Cronaca Nera

MONDRAGONE. Ecco quanto pagavano alla camorra locale le giostre del lungomare e i LIDI BALNEARI

Lo svela il collaboratore di giustizia Antonio De Lucia in un interrogatorio


MONDRAGONE - Uno dei contenuti più interessanti dell'ultima ordinanza sulla camorra a Mondragone riguarda due estorsioni. Interessanti e importanti perchè si tratta di attività iper conosciute. Chi frequenta in estate il lungomare di Mondragone conosce benissimo il mini luna park che da anni e anni viene impiantato a pochi passi dall'Hotel Rose Rosse. 

Ebbene, Lucio Cinalli, uno degli esattori più utilizzati dal clan, uno che ha fatto lega, nell'ultimo periodo soprattutto con De Filippis in quel di Pescopagano ritirava puntualmente per ogni stagione balneare la cifra di 3 mila euro dai titolari del luna park. Ma Antonio De Lucia, il cui ennesimo interrogatorio pubblichiamo qui in calce, dice anche un'altra cosa forse ancora più importante: i lidi balneari di Mondragone pagavano il pizzo alla camorra nell'ordine di una somma complessiva di 20 mila euro.

G.G.

 

 

QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DELLO STRALCIO DELL'ORDINANZA