Cronaca Nera

ANGELO GRILLO PENTITO. L'incrocio con le dichiarazioni di Salvatore Belforte, ma grande attesa per quello che dirà sui politici e su imprenditori dei cantieri dell'Interporto e del Tarì

Angelo Grillo e Salvatore Belforte

L'atteso esordio del neo collaboratore di giustizia è fissato per il...


MARCIANISE – (Iris Persico) Le confessioni e le rivelazioni che Angelo Grillo potrebbe fare da neo collaboratore di giustizia hanno l'indubbia potenzialità di essere in grado di assestare un altro duro colpo alla famiglia Belforte.

Stando alle prime indiscrezioni filtrate da ambienti giudiziari, pare che ad essere chiamati in ballo saranno anche nomi di insospettabili che hanno lavorato in importanti appalti pubblici come quello della costruzione del Tarì e dell’Interporto. Non è escluso che le dichiarazioni di Angelo Grillo possano andare a puntellare convinzioni già abbastanza solide, da parte dei magistrati della dda, su importanti esponenti della politica marcianisana e non solo.

Dopo la condanna a 30 anni come mandante dell'omicidio di Vincenzo Passarelli, Grillo, detenuto da molto tempo nel penitenziario sassarese di Bancali, ha deciso, stavolta a quanto apre realmente di collaborare dando un segnale evidente con la nomina, ad avvocato difensore dell'avvocato penalista Giuseppe Tessitore (abitualmente impegnato nel patrocinio dei collaboratori di giustizia). Tessitore ha sostituito l'avvocato di fiducia, da qualche tempo nominato da Angelo Grillo, cioè Michele Coronella.

L'imprenditore, già da tempo stava maturando, con la Procura di Napoli, pm Luigi Landolfi, questa scelta ma le dichiarazioni pubbliche in udienza ci saranno per il prossimo tre novembre al tribunale di Santa Maria Capua Vetere nel corso del processo sull'appalto dei rifiuti nel comune di Santa Maria a Vico.

Le sue confessioni rappresenteranno una verifica incrociata alle passate dichiarazioni di Salvatore Belforte, ex pentito, a cui da circa un mese è stato sospeso il programma di protezione dopo che non ha voluto riferire la verità sul caso di lupara bianca di Angela Gentile, l'amante del fratello Domenico Belforte, scomparsa nel nulla 26 anni fa all’età di 33 anni, dopo essere stata avvistata davanti alla scuola di Caserta frequentata da sua figlia.