Cronaca Bianca

AVERSA. 'Scomparso' il progetto già finanziato con 6 MILIONI E MEZZO DI EURO per la nuova piscina comunale di via Michelangelo

Il duro atto di accusa di Valerio Ferrara


AVERSA - In città i misteri si susseguono.

Che fine fanno i soldi pubblici, che arrivano ma poi si fermano "a Eboli"?

Oggi ci occupiamo di un'inchiesta relativa a 6 milioni e mezzo di fondi FERS stanziati per realizzare la piscina pubblica in uno standard comunale in via Michelangelo.

Indagando, abbiamo scoperto che nel 2015 l'ex sindaco Sagliocco, con la determina di giunta n° 68 del febbraio di quell'anno, si approvò il piano triennale delle opere pubbliche, in cui, su proposta dell'allora assessore all'Urbanistica Elia Barbato, tra gli altri lavori, fu inclusa la piscina comunale.

Siamo al 2017. Va bene che molto spesso i piani triennali delle opere pubbliche sono dei veri e prorpi libri dei sogni, ma in questo caso quell'opera sembrava veramente a portata di mano.

Ebbene nonostante l'approvazione, non si capisce perchè tale bando non è stato avviato, soprattutto dove sono questi soldi pubblici?

Dall'amministrazione nessuna informazione o risposta è ancora arrivata.

Valerio Ferrara presidente del movimento civico "Diritti e libertà per Aversa", nonchè ex commissario cittadino del partito DC, insorge contro l'amministrazione che non dà spiegazioni circa il mistero dei ben 6 milioni e mezzo di euro per la piscina comunale: "Si pensa solo al mercato delle vacche ....tra compravendita tra consiglieri .... quest' Amministrazione..... mi sa dire che fine ha fatto il nuovo complesso della piscina comunale che doveva sorgere in via Michelangelo nei pressi dell'aulario della facoltà di Ingegneria. Fu approvato in sede di giunta il progetto preliminare inserito nel programma triennale delle opere pubbliche, per l 'annualità 2015- 2017  la creazione della piscina comunale sull 'area standard in via Michelangelo Per questa opera furono stati stanziati 6milioni e 500mila euro che fine ha fatto?"

I cittadini si chiedono come è possibile che Aversa, seconda città in provincia dopo Caserta, non possiede una piscina pubblica, a differenza di altri comuni più piccoli, che sono stati più capaci di fornire servizi al cittadino, nonostante le esose tasse che i normanni versano. Siamo curosi di sapere questi quasi 13 miliardi di vecchie lire dove sono? Ci dedicheremo molto a questa vicenda, per vederci chiaro. 

 

Lidia de Angelis

 

In foto: Valerio Ferrara