Cronaca Bianca

MARCIANISE. Camillo Belforte prima si arrabbia e ci chiede il numero di Striscia, poi in via Leoncavallo succede qualcosa e parla del sindaco Velardi come un eroe

Camillo Belforte, Gabibbo, Antonello Velardi

L'interessante corrispondenza con Casertace del giovane Belfy


MARCIANISE (g.g.) - Camillo Belforte sembra essersi votato ad una vita nuova. Mentre tre anni fa scriveva minacciosamente a Casertace lamentandosi di certi articoli nostri, ricevendo in cambio fermissime reazioni che lo inducevano a ben più miti consigli, oggi quasi quasi si mette a fare il Gabibbo. Nei giorni scorsi ci ha chiesto, come potete leggere nel messaggio che ci è arrivato nella nostra posta di Facebook, i recapiti di Striscia la Notizia. Lo scopo quello di denunciare quella di una non meglio precisata "schifezza", così la definiva, in via Leoncavallo, strada dove è residente. Noi che siamo di cultura liberale e valutiamo le cose e i fatti analizzando con attenzione i contenuti, al di là che questi ci arrivino da una discendente di Santa Maria Goretti, un parente di Mimì Belforte o da Belzebù in persona, rispondemmo che ci saremmo occupati di quello che stesse succedendo in via Leoncavallo. Se notate nella prima segnalazione di Camillo Belforte, è espresso un rilievo critico, forse addirittura pesante nei confronti del sindaco di Marcianise contro il quale sosteneva di voler fare la segnalazione a Striscia e nei confronti pure di un non meglio precisato "vigile coglione".
Stamattina alle 10:18 via Leoncavallo è tornata ad essere, evidentemente, uno dei tanti paradisi raccontati dal sindaco Velardi nelle sue quotidiane e il più delle volte serotine, esternazioni. Una soluzione del problema che ha entusiasmato Camillo Belforte, al punto di disdire la richiesta che ci aveva fatto per un contatto a Striscia la Notizia e per scrivere le seguenti parole nei confronti del primo cittadino: "...fortunatamente abbiamo un sindaco che riesce a governare una bella città...".
Beh, se anche Camillo Belforte ritiene che Marcianise oggi sia diventata una bella città in cui è anche bello vivere, questo vale più di uno spot della pro loco o dell'azienda di soggiorno.

 QUI SOTTO LO SCREENSHOT DELLA NOSTRA POSTA FACEBOOK