Economia e Territorio

CASERTA. Istituto Buonarroti, tavola rotonda sul destino di Lo Uttaro. Ecco le proposte

Pienamente riuscita l'iniziativa realizzata dal team della V A. C'erano Norma Naim, Giuseppe Paccone e il sindaco di San Marco Cicala. La soddisfazione della dirigente scolastica Vittoria De Lucia. QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA


Caserta- La messa in sicurezza e la bonifica de Lo Uttaro vista dai più giovani. Accade all'Istituto tecnico "Michelangelo Buonarroti", che il 4 Marzo scorso, ha ospitato l'Open Data Day, festa dei dati aperti organizzata ogni anno a livello mondiale. Per l’occasione, il team ASOC “DustBusters” della classe VA, indirizzo Turistico ha organizzato, guidato dalle docenti Acconcia e Di Marzio, un incontro- dibattito per illustrare il loro progetto sulle problematiche ambientali, specialmente sulla bonifica di Lo Uttaro, uno dei siti più inquinati d’Europa. All’incontro hanno preso parte Norma Naim, dirigente per la Progettazione sociale della Regione Campania e anche consigliere comunale di Caserta, Giuseppe Paccone del Forum giovanile della Regione Campania, Gabriele Cicala sindaco del comune di San Marco Evangelista, nonché il portavoce del Comitato emergenza rifiuti, Tessitore. Gli ospiti, accolti dalla Dirigente scolastica, Vittoria De Lucia, hanno avuto modo di visionare slide e filmati, realizzati e presentati dagli stessi alunni, che hanno approfittato della presenza delle Istituzioni per porre le loro domande sulla situazione di Lo Uttaro, ancora oggi profondamente dibattuta. Infatti, mentre Naim e Paccone hanno insistito sulla necessità di riqualificare l’area, il sindaco Cicala, persuaso che la bonifica del sito è ormai irrealizzabile per i costi esorbitanti, ha proposto un cambio di destinazione urbanistica, “da commerciale-industriale ad agricola, non per coltivare bensì per realizzare un’area verde con alberi ad alto fusto le cui radici sarebbero in grado, con il trascorrere del tempo, di bonificare il terreno”- ha detto il primo cittadino san marchese. Al di là delle differenti opinioni, tutti sono stati concordi nel rivolgere agli alunni del Buonarroti i complimenti per il lavoro svolto, incoraggiandoli a continuare il loro percorso di approfondimento, vista l’importanza della tematica, tanto rilevante per la salvaguardia dell’ambiente e del territorio. L’incontro si è concluso con la premiazione dei prodotti Hackathon realizzati dai gruppi delle classi IV e V dell’Istituto e coordinati dallo stesso team Asoc.