Economia e Territorio

CASERTA. Anno accademico del CesaF, con Andrea Monorchio e Raffaele Squitieri. ECCO CHI C'ERA

Ospiti lo storico Ragioniere dello Stato e l'ex presidente della Corte dei Conti. Sala affollata di studenti per l'iniziativa dei Maestri del Lavoro. Affrontati temi fondamentali, come quello del debito pubblico e importati come quello relativo al nuovo r


CASERTA - Il Ragioniere dello Stato Monorchio ed il presidente della corte dei Conti Squitieri a Caserta per l’inaugurazione dell’anno accademico del  CeSAF.

“Il debito dello Stato italiano si può sanare a condizione che le strutture burocratiche si snelliscono e tanti enti inutili scompaiono”;  lo ha detto l’ex ragioniere generale dello Stato italiano  Andrea Monorchio  alla cerimonia di inaugurazione dell’anno accademico del Centro Studi ed Alta Formazione maestri del lavoro d’Italia  che si è tenuta  nella sala convegni di Confindustria Caserta.  Di fronte ad  una platea di oltre cento studenti ed autorità a relazionare anche l’ex presidente della Corte dei Conti Raffaele Squitieri  che, nella sua lectio magistralis,  ha affrontato il tema delle lobby parlamentari ed in particolare si è soffermato sul reato di influenza che è agli onori delle cronache negli ultimi tempi.  “Un illecito previsto dalla legge difficilmente controllabile se non invadendo la privacy delle persone.”

A ricevere gli illustri ospiti il prefetto di Caserta Arturo De Felice ed il questore Antonio Borrelli,  i comandi provinciali della finanza e dei Carabinieri nonché i massimi esponenti degli ordini professionali di terra di lavoro.

Una giornata che si inquadra nel progetto alternanza scuola lavoro  ed infatti  non a caso tra le domande poste dagli studenti  brillava  quella del  percorso scolastico e professionale che ha portato i protagonisti al vertice delle massime cariche dello stato.

A fare gli onori di casa il presidente della Piccola impresa di Confindustria Giovanni Bo ed il presidente del  CeSAF Mauro Nemesio Rossi, nonché esponenti delle delegazioni d i maestri del lavoro di Roma, Napoli, Salerno.

A moderare l’incontro Adele Vairo nella sua qualità di componete del Consiglio direttivo dell’associazione.

Un anno accademico quello degli insigniti della stella al merito del lavoro nel segno della continuità e che diventa sempre più a misura degli studenti, grazie anche alla disponibilità mostrata da  Confindustria Caserta e in particolare della piccola impresa che attraverso il presidente Giovanni Bo sta aprendo le porte di molte attività produttive agli studenti in alternanza.

Oltre alla Summer school che si svolgerà  come ogni anno a Luglio con il contributo dell’università della Campania ed in particolare con il dipartimenti di matematica e fisica e quello di scienze ambientali e farmaceutiche, sono previsti corsi  di umanesimo del lavoro per gli studenti degli istituti tecnici in virtù del  gemellaggio sottoscritto tra il liceo Manzoni e l’ITIS Giordani, come pure è in corso uno studio  sulle aree industriali dismesse nella zona di Marcianise in collaborazione con la facoltà di architettura.

Alla fine dell’incontro gli illustri ospiti hanno visitato il museo dinamico della tecnologia Adriano Olivetti  sito in Villa Vitrone.

A breve sarà sottoscritto un protocollo di collaborazione tra il CeSAF  Maestri del lavoro d’Italia e l’associazione dei Cavalieri di gran croce della Repubblica al fine di integrare le opportuna culturali da offrire agli studenti .