Cronaca Nera

L'Asl chiude la sala operatoria dell'ospedale di Marcianise . Bloccate le mamme con parto cesareo già programmato

Infiltrazione d'acqua in un nosocomio costruito soli pochi anni fa. La solita vergogna!


MARCIANISE - Quella che stiamo per scrivere è l'ennesima vergogna della provincia di Caserta.
E' stata chiusa per giorni la sala operatoria dell'ospedale di Marcianise lasciando nello sconforto tutti coloro che avevano delle operazioni programmate, tra cui decine e decine di mamme pronte per il parto cesareo, e non solo, addirittura, i casi d'urgenza sono stati trasferiti in altri nosocomi della provincia.

Stando alle prime indiscrezioni del caso, la chiusura è avvenuta dopo le forti piogge dei giorni scorsi che avrebbero causato delle infiltrazioni d'acqua.
Un ospedale che ha all'incirca 10 anni di vita, anno più anno meno, e che non regge ai temporali autunnali. Cosa da far uscire pazzi per la rabbia. I posti in cui dovremmo sentirci al sicuro, risultano pericolosi. Infatti, il presidio ospedaliero di Marcianise non è da considerare un caso isolato dato che, sempre negli stessi giorni, il reparto di cardiologia (CLICCA QUI PER LEGGERE) dell'ospedale civile di Caserta era un fiume in piena.
E non finisce qui. L'Asl durante il sopralluogo fatto dopo i lavori di manutenzione avrebbe riscontrato altre anomalie su cui cercheremo di capire l'entità nei prossimi giorni. 

Red. Cro.