Cronaca Bianca

LE FOTO S.MARIA C.V. Dopo il clamoroso video pubblicato da CasertaCe, raffica di multe in via De Michele. Ma i tempi di palazzo Di Rienzo sono diventati inaccettabili

Un nodo cruciale della circolazione cittadina è a senso unico da mesi. I residenti protestano pesantemente, gli ingorghi aumentano, ma...


SANTA MARIA CAPUA VETERE (ip) - Forse la denuncia, corredata da un paio di video, pubblicata da CasertaCe la scorsa settimana (CLICCA QUI PER LEGGERE E PER VEDERE) ha cominciato a sortire qualche effetto.

Oggi, infatti, i vigili urbani di Santa Maria Capua Vetere si sono mossi ed una ventina di verbali sono stati elevati questa mattina dai vigili urbani ai diversi automobilisti e motociclisti per non aver rispettato il divieto di accesso in via De Michele. Si tratta di un’arteria centralissima che dall'Anfiteatro va in direzione Citroen, luogo della vera e propria follia umana così come abbiamo documentato nel video del maxi ingorgo di cui dicevamo.

I vigili si sono impegnati proprio nel budello di via De Michele, divenuta a senso unico per effetto degli eterni lavori del cantiere su cui il comune sarebbe anche ora che intervenisse perchè non è possibile che non si abbiamo certezze sui tempi di effettuazione di queste opere che bloccano uno dei nodi stradali più importanti della città.

Il palazzo, denominato Di Rienzo, è pericolante per una falla che si è aperta al piano terra, quindi, la strada è stata transennata e chiusa in un senso.

Tutto questo ha creato un grande caos, non solo per gli automobilisti ma anche per i residenti, per i commercianti e per gli utenti della locale Farmacia. Ci sono state delle lamentele e critiche nei confronti dell’ amministrazione comunale che, secondo molte affermazioni di alcuni cittadini del posto, dovrebbe ordinare ai proprietari la messa in sicurezza con i nuovi lavori.

La speranza è che il comune si dia da fare altrimenti sarà difficile liquidare come maldicenza o illazione il collegamento che si fa tra questa disponibilità a chiudere o entrambi i lotti con le parentele che i proprietari di quel palazzo possono vantare con i politici vicini a questa maggioranza.