DETTAGLIO ARTICOLO

CASERTA. Strascichi del maltempo: in via Tanucci cadono calcinacci da palazzi nobiliari

Causa l'incuria e l'abbandono in cui versano ormai da anni


CASERTA - Terminato il maltempo, continuano a cadere pericolosi calcinacci da vecchi palazzi, abbandonati completamente da parecchi decenni, specie in via Tanucci, strada frequentatissima anche causa le auto ivi veicolate.

È proprio il caso di due antichi palazzi nobiliari del 1800 con annessi vasti cortili e giardini, siti in Via Tanucci, ai numeri 69 e 57, come denuncia la Confederazione Cisas.

Dall%u2019edificio, sito al n. 69, sono continuati a cadere, durante il maltempo, calcinacci che fortunatamente non hanno colpito quei cittadini, costretti a transitare proprio accanto all%u2019immobile anche a causa delle auto permanentemente in sosta vietata H24, nonostante la segnaletica ancora esistente ed i paletti istallati da residenti su basole del tutto divelte.

 La nuova denuncia della Confederazione Cisas avviene a seguito delle segnalazioni giunte allo Sportello del Cittadino %u2013 Cisas, che %u2013 già più volte %u2013 aveva evidenziato in passato alle Amministrazioni comunali la gravità della cosa ed anche l%u2019opportunità di acquisire il suddetto immobile in quanto tutti gli eredi erano ormai del tutto scomparsi da 50 anni.

A tale proposito, la Segreteria Cisas evidenzia la necessità di acquisire l%u2019immobile, fatiscente e pericoloso, per pubblica utilità anche per evitare che ci scappi il morto dopo i frequenti incidenti già verificatisi.
Per quanto attiene l%u2019altro edificio storico, cioè quello al n. 57 di via Tanucci %u2013 angolo vicolo Cimabue, da alcuni anni si stanno effettuando lavori di sopraelevazione e di ristrutturazione, senza l%u2019esposizione della prevista tabella.

 Gli stessi residenti dell%u2019edificio sversano, sulla strada o vicino ad altri immobili, ogni tipo di rifiuti a tutte le ore della giornata anche in quelle non consentite contrastando di fatto l%u2019ordinanza sindacale sulla Raccolta Differenziata.
Per verificare la regolarità dei lavori ed il pagamento Tassa Rifiuti, anche per il passato, la Cisas ritiene andrebbero effettuati i dovuti controlli da parte degli Uffici Comunali competenti, ivi compreso quello dei Vigili Urbani, in considerazione del dissesto delle casse comunali.