Cronaca Nera

LA SCOMPARSA DI ANGELA PICONE. L'inquietudine e il travaglio dell'anima nei suoi messaggi su facebook in cui citava Oscar Wilde

Non è una persona della sensibilità comune la 22enne che da quattro giorni e mezzo non da notizie di se. Un anno fa rese pubblico anche ai suoi non amici del social un suo sfogo in cui evidenziava la difficoltà a rapportarsi con persone che potessero vera


CASALUCE - Con il trascorrere dei giorni si fa sempre più cupa e misteriosa l'atmosfera intorno al caso della scomparsa di Angela Picone, la ragazza di 22 anni che dallo scorso 13 luglio ha completamente fatto perdere le proprie tracce. Da stamattina decine di volontari di alcune associazioni locali stanno battendo in lungo e largo tutto il territorio, distribuendo volantini con la sua foto. Un modo per facilitare le ricerche dei carabinieri. 

Del caso si sta occupando anche la trasmissione televisiva "Chi l'ha Visto?" ma fino ad oggi della giovane nessuna traccia. Neppure il suo datore di lavoro - Angela faceva la commessa presso un negozietto di Teverola - riesce a spiegarsi il perché di questa scomparsa. 

Intanto si cerca di scavare nella vita privata di Angela. Sotto i raggi dell'autorità inquirente il suo profilo facebook dal quale emergono alcuni post pubblici che lasciano pensare a forti dissidi dell'anima. Uno stato di sofferenza profonda che, probabilmente, la attanagliava da tempo e che in molti hanno sottovalutato. In particolare nel suo post di settembre del 2016, che pubblichiamo qui sotto, lancia uno sfogo manifestando una certa difficoltà a rapportarsi con le persone.