Cronaca Nera

CAMORRA & CPL CONCORDIA. Pm: 'Condannare manager e imprenditori collusi con i Casalesi'. I NOMI

Roberto Casari e Claudio Schiavone

Oggi i pm Catello Maresca e Maurizio Giordano hanno pronunciato la loro requisitoria


AVERSA (lda) - Condanne dagli otto ai dodici anni di carcere sono stati richiesti dai pm della Dda di Napoli Maurizio Giordano e Catello Maresca ai cinque imputati del processo relativo ai lavori di metanizzazione realizzati dalla Cpl Concordia, Coop di Modena, in alcuni comuni del Casertano. Il dibattimento e' in corso ad Aversa presso il tribunale di Napoli Nord. In particolare i sostituti antimafia hanno chiesto 12 anni per gli imprenditori Claudio Schiavone e Antonio Piccolo, cui viene contestato il reato di associazione mafiosa; 8 anni e' la richiesta invece per gli ex manager della Concordia, Roberto Casari, Giuseppe Cinquanta e Giulio Lancia, accusati di concorso esterno in camorra. Il processo e' nato dalle dichiarazioni del collaboratore di giustizia Antonio Iovine, ex boss del clan dei Casalesi, catturato dopo una latitanza di quasi 15 anni.