Sport

JUVECASERTA. Questo il succo dell'incontro (di Teano) tra il patron del Benevento Vigorito e Raffaele Iavazzi

Bicchiere a metà, bisognerà ancora attendere per poter brindare


CASERTA - Ieri, presso la sede sociale del Benevento Calcio, si sono incontrati Oreste Vigorito e Raffaele Iavazzi per poter dialogare circa una possibile collaborazione in seno alla Juvecaserta. 
Il bicchiere può essere definito mezzo pieno o mezzo vuoto, in base a differenti punti di vista. Se da un lato, infatti, Vigorito ha confermato il suo interesse, dall'altro ha anche palesato di non voler andare oltre una mera sponsorizzazione.
A conti fatti, a Iavazzi manca quasi un milione per poter portare avanti un'altra stagione di A, ma, per quanto abbiamo potuto raccogliere, la cifra offerta dal patron del Benevento per una sponsorship è inferiore ai 200.000€. Dunque la distanza, in termini economici, tra il fallimento della Juvecaserta e la sua prosecuzione sportiva, è ancora molta.
Vigorito ha chiesto, al momento, di potersi concentrare fino in fondo sul suo Benevento, che martedì 23 incontrerà in gara secca allo stadio "Ciro Vigorito" lo Spezia, per poi affrontare eventualmente in semifinale il Perugia, con andata e ritorno fissate per il 27 ed il 30 Maggio. 
Tra Iavazzi e Vigorito ci dovrebbe essere un altro incontro, che non avverà fino a che gli stregoni saranno impegnati per salire in Serie A. In tale sede è Possibile che Vigorito possa decidere di fare un ulteriore sforzo in termini economici, ma certamente non tali da garantire un futuro certo alla Juvecaserta. 
L'interesse del patron del Benevento è soprattutto per le questioni inerenti a marketing e comunicazione, con la sua Ottochannel che certamente 'invaderebbe' la provincia casertana con i suoi mezzi, presentandosi con il biglietto da visita delle gare in esclusiva della Juvecaserta, andando a rinnovare un servizio che negli ultimi anni è stato a dir poco carente, oltre che per la quantità, soprattutto per la qualità delle immagini offerte.
Toccherà al numero uno bianconero decidere se attendere o meno Vigorito dato che, entro la deadline da lui fissata, il 22 per la precisione, certamente non potrà avere risposte più precise. 
Possibile che prenda dunque piede l'ipotesi che paventavamo nei giorni scorsi, con Iavazzi che pagherebbe le tasse dovute entro il 31 per poter avere così più tempo a disposizione.
L'incontro di Teano (Benevento) tra Vittorio Emanuele II (Iavazzi) e Garibaldi (Vigorito) non ha dunque dato tutte le risposte che il popolo bianconero attendeva.

Ruben Romitelli