Cronaca Bianca

MONDRAGONE. Ecco voce per voce come verranno spesi i soldi incassati dalle multe stradali dei vigili urbani

Speriamo che non facciano come col cappotto di Pasquale e Felice Sciosciammocca


 

MONDRAGONE (g.g.) - Sarà interessante conoscere, e vedremo di recuperare il dato, quale sia stato il risultato, in termini di gettito, realizzato dal Comune di Mondragone delle multe per violazione del codice della strada. Solo a quel punto stabiliremo se questa delibera di Giunta, che pubblichiamo in calce all'articolo, rappresenta una previsione realistica per il 2018 oppure se gli assessori di Mondragone hanno fatto come Pasquale in Miseria e Nobiltà e ordinava a Felice Sciosciammocca una suntuosa spesa alimentare da finanziare con un cappotto tarlato e malandato, concesso in pegno.

Settecentomila euro: questa la cifra prevista per il 2018. Nella delibera c'è anche un allegato che, secondo le previsioni di legge, contiene ogni singola destinazione d'uso di questi soldi raccolti. Il dettaglio lo leggete all'interno. Vi diciamo solo che il grosso servirà per nuove attrezzature dei vigili urbani di Mondragone, per segnaletica verticale, fondi di previdenza, mentre poco, troppo poco, si parla di somme tra i 2mila e i 2500 euro, sarà destinato all'attivazione di progetti sociali a partire da quello importantissimo di formazione alla civiltà stradale all'interno delle scuole della città, fino a quello riguardante gli interventi per la sicurezza stradale a favore delle fasce deboli, come bambini, anziani e disabili. Duemila euro, in quest'ultimo caso, che non servono a nulla.

 

CLICCA QUI PER LEGGERE IL VERBALE DI GIUNTA

CLICCA QUI PER LEGGERE LE VARIE DESTINAZIONI DI UTILIZZO