Politica

AGGIORNAMENTO ORE 21.41 ELEZIONI PROVINCIALI LIVE. Giorgio Magliocca nuovo Presidente della Provincia. Tutti i numeri dello spoglio

Da giorni si era capito che il porta a porta del sindaco di Pignataro e l'errore di Marino di fidarsi dei parlamentari e dei consiglieri regionali avrebbe potuto ribaltare i pronostici


AGGIORNAMENTO ORE 21.30. Terminato lo spoglio delle elezioni Provinciali. Giorgio Magliocca è il nuovo presidente della Provincia e sovverte il pronostico. Nella fascia D nei comuni tra i 10mila e i 30mila abitanti, raccolti 180 voti a fronte dei 153 di Marino. Moltiplicatore 100. Magliocca 18000, Marino 15.300. Addizionando questi numeri a quelli già definiti in fascia ABC siamo con Magliocca a 36801, mentre Marino 30070. Insomma lo scarto è diventato di quasi 7000 voti.

Per quanto riguarda la fascia E Magliocca raccoglie 53 voti a fronte dei 47 di Marino. Inutile fare altri conti, diciamo solo che Magliocca ha raccolto 50190 a fronte dei 42193.

CASERTA (g.g.)- Non è uno spoglio ordinato ma, condotto un po' secondo il gusto di chi lo dirige. D'altronde si sa, sono elezioni sui generis in cui è lo stesso funzionariato dell'amministrazione provinciale a gestire le operazioni.

Sono stati scrutinati i comuni della fascia A cioè quelli inferiori ai 3000 abitanti e quelli della fascia C, cioè i comuni che vanno dai 5.000 ai 10.000 abitanti. Si conferma l'impressione degli ultimi giorni, quella che già segnalava Magliocca come molto competitivo rispetto ad una chiara sproporzione delle liste a favore del centrosinistra. Ma il tempo dei commenti verrà dopo. Diciamo che per il momento Magliocca è in vantaggio ma la partita non è affatto chiusa, visto che le schede decisive saranno soprattutto quello della fascia D (comuni dai 10.000 ai 30.000 abitanti) e fascia E formata dai 4 comuni più grandi cioè: Caserta, Aversa, Santa Maria Capua Vetere e Marcianise.

Facciamo quattro conti partendo dai comuni di fascia A dove Magliocca ha raccoltio 206 voti effettivi a fronte dei 108 di Marino. Sulla ponderazione abbiamo scritto romanzi e non ve la spieghiamo di nuovo, limitandoci a dire che il moltiplicatore di questa fascia è costituita dal n.21. Per cui i voti elettorali di Magliocca sono 4326 contro i 2268.
Proseguiamo con le fasce B (comuni dai 3000 ai 5000 abitanti) 75 schede votate per Magliocca a fronte delle 47 assegnate a Marino. In questo caso il moltiplicatore è 41. Per cui Magliocca raccoglie 3075, Marino si ferma a 1927. Veniamo adesso alla fascia C. Qui Magliocca ha raccolto 152 voti a fronte dei 141 di Carlo Marino. Moltiplicatore 75, per cui Magliocca si attesta sui 11400, mentre Marino raccoglie 10575 voti ponderati. Per cui, al momento con le fasce A, B e C già scrutinate e con le D ed E che mancano (sono quelle che assegnano largamente più voti) Magliocca tocca quota 18801, mentre Marino arriva a 14770. Esiste uno scarto superiore ai 4000 voti ponderati. Ancora recuperabile ma sicuramente allarmante per il candidato del centrosinistra.