Cronaca Nera

PROCESSO A PAOLO ROMANO. Per ora si traccheggia in attesa del 'grande accusatore' Paolo Menduni

Da sinistra: Paolo Romano e Paolo Menduni

Stamattina l'udienza al Tribunale di Santa Maria Capua Vetere


SANTA MARIA C.V. (Iris Persico) - Udienza interlocutoria nel processo a carico di Paolo Romano, ex presidente del consiglio regionala della Campania, accusato di concussione ai danni dell'allora direttore generale dell'asl di Caserta Paolo Menduni. Si attende la testimonianza di quest'ultimo, che fondamentalmente, è il grande accusatore di Paolo Romano. Già fissata l'udienza in cui Menduni parlerà: il prossimo 8 Novembre.

Nell'udienza di oggi è  stato ascoltato il perito delle trascrizioni telefoniche. Ci sarebbero prove evidenti, secondo le accuse, di pesanti pressioni effettuate anche a mezzo stampa da parte dell'ex presidente imparentato con la famiglia imprenditori Catone. 

L'accusa contestata dalla procura di Santa Maria Capua Vetere, come ricordato in precedenza, è di tentata concussione ai danni dell'ex manager dell'Asl di Caserta  Menduni; per gli inquirenti Romano, abusando della sua carica e con il concorso degli altri indagati, avrebbe più volte contattato Menduni minacciando, anche attraverso articoli di stampa, ispezioni e controlli della Regione Campania presso l'Asl qualora non avesse accolto le sue richieste relative alla nomina interna all'Asl di una persona a lui vicina.