Politica

RECALE ALLE ELEZIONI. Ecco i nomi di tutti gli scrutatori. Porfidia: 'Avrei potuto nominarli ma...'

Qui sotto il testo integrale del comunicato stampa del candidato sindaco


COMUNICATO STAMPA

Considerata la crisi economica che continua ad imperversare nella nostra città, con la nostra proposta abbiamo ritenuto di prestare un servizio al Paese, per una crescita anche civica rivolta a tutti coloro che si trovano in difficoltà economica, ritenendo necessario individuare un metodo che potesse rappresentare un segnale di trasparenza e di uguaglianza dell’azione politica, in un momento in cui i cittadini stanno perdendo la fiducia nelle Istituzioni; invece, voglio sottolineare come i componenti presenti in commissione elettorale il 17 maggio 2017, in rappresentanza della maggioranza, non abbiano accettato il criterio da noi proposto, cioè il sorteggio degli scrutatori, procedendo alla nomina dei nomi di loro pertinenza, con un metodo di spartizione sicuramente non democratico ma clientelare”.

Così Raffaele Porfidia, candidato sindaco di “sì Amo Recale” commenta quanto accaduto stamattina (17 maggio) in commissione elettorale.

Ritengo, per questi motivi, anche a nome dei consiglieri di opposizione Roberto Massi e Ciro Russo che sia necessario, ancora di più, riprendere la strada da noi indicata precedentemente. Quindi propongo di procedere ad un democratico sorteggio tra tutti i cittadini iscritti all’albo degli scrutatori, affidando tutto al caso. Inoltre è indispensabile introdurre anche il criterio della rotazione, affinché la platea degli scrutatori per l’anno 2017 possa essere rinnovata completamente, rispetto all’anno precedente”.

Come componente della commissione, al consigliere Porfidia sarebbe toccata la nomina diretta di 6 scrutatori effettivi e 6 supplenti. Il candidato sindaco ha proceduto al sorteggio, rinunciando alla facoltà di nomina. Questi i nomi dei sorteggiati: Michele Nunziante, Federico Castagna, Alfonso Martucci, Anna Prisco, Gaetano Trotta, Manuela Lentini,Giovanna Ianniello e Carmela Russo.