Cronaca Bianca

MONDRAGONE NO LIMITS: Catanzano si autoliquida anche i soldi per la tessera dell'Ordine e si appunta medaglie e coccarde in una determina surreale

Nelle foto da sinistra Salvatore Catanzano e il Comune di Mondragone

Viaggiare all'interno di un albo pretorio di un Comune della nostra provincia può essere un'esperienza strabiliante


MONDRAGONE (g.g.) - Come i grandi pellegrini dell’anima, che hanno votato la propria esistenza alla preghiera, all’ascetismo, come il grande Papa polacco che si affidò (“totus tuus”) senza riserve alla Vergine e così, alle stesse vette spirituali è arrivato l’architetto Salvatore Catanzano, il quale ha sublimato quel metodo originalissimo, tutto mondragonese, estroso e unico nel suo genere, di scrivere le determine, arrivando alla vetta di autoliquidarsi 120 euro per pagare, udite udite, anzi leggete leggete, l’iscrizione annuale all’ordine professionale a cui appartiene. Tutto questo perché lui ha compiuto la scelta nobile e disinteressata di dedicare tutta la propria professionalità, il proprio acume di tecnico agli interessi della comunità mondragonese, sacrificando tutto il resto.

Chi si loda, s’imbroda direbbero a Roma. Mondragone luogo dell’autentica sperimentazione di nuovi sistemi di elaborazione amministrativa. Della serie, mi scrivo la determina, mi autoliquido i soldi e mi unisco voluttuosamente al mio ego.

Vabbè, facciamoci due risate, ma fino ad un certo punto perché poi si capisce per quale motivo i nostri Enti locali, i Comuni e la Provincia di Caserta sono combinati in questo modo. Non è la determina in sé per sé a scandalizzare, perché tutto sommato ci fa anche sorridere simpaticamente. La questione è un’altra: se un alto funzionario della pubblica amministrazione si vede, assume tale consapevolezza del proprio ruolo e della propria funzione, come volete che possa diventare un sobrio, efficace conduttore del motore amministrativo?

CLICCA QUI PER LEGGERE IL TESTO DELLA DETERMINA