Cronaca Nera

CLAN BELFORTE. La Dda fa sequestrare una villa a Centurano di CASERTA

Era id un imprenditore di Marcianise


CASERTA - Un immobile di tre piano del valore di 500mila euro denominato Casa Civile 1886 a Centurano, frazione di Caserta, dal valore di mezzo milione di euro e' stato sequestrato oggi dalla squadra mobile di Caserta nell'ambito di un'indagine coordinata dalla Direzione distrettuale antimafia in cui sono indagati Camillo Belforte, figlio del boss Domenico, capo dell'omonimo clan, e Biagio Francescone. Dalle indagini e' emerso, grazie anche alle intercettazioni, l'imposizione da parte degli affiliati al clan di estorsioni e condotte usuraie ai danni di imprenditori di Marcianise. L'immobile sequestrato era stato ceduto al clan da un imprenditore per far fronte ai pagamenti non dovuti ma imposti dal gruppo. L'attivita' della Dda in questo periodo e' concentrata proprio a individuare i beni mobili e immobili del clan Belforte intestati a terzi ma che farebbero parte del patrimonio costituito illecitamente proprio da Camillo Belforte, attualmente detenuto, attraverso le attivita' estorsive. 

 

QUI SOTTO IL TESTO INTEGRALE DEL COMUNICATO STAMPA DELLA PROCURA DELLA REPUBBLICA