Cronaca Nera

L'allarme del super procuratore Roberti: "Il CLAN DEI CASALESI può tornare"

Lo ha dichiarato nel suo intervento al Giffoni Film Festival


CASERTA - ''Potremo dire di aver vinto contro le organizzazioni mafiose non solo quando queste saranno assicurate alla giustizia ma quando saranno saranno poste le condizioni affinche' queste organizzazioni non si ripropongano, non si ricostituiscano''. Lo ha detto il procuratore Nazionale Antimafia Franco Roberti, nella masterclass con i ragazzi tenuta oggi al Giffoni Film festival. 

Come ogni anno Roberti ritorna nel salernitano, dove ha ricoperto per diversi anni il ruolo di Procuratore.

''Faccio l'esempio del casertano, dove abbiamo contrastato molto bene il clan dei Casalesi - ha aggiunto -. Oggi c'e' pero' c'e' il rischio che il Clan dei Casalesi ritorni in altre forme, con altre facce, ma con le stesse dinamiche criminali, perche' non sono state superate le condizioni che l'hanno alimentato, cioe' disoccupazione, sottosviluppo, mancanza di strutture, mancanza di progetti, corruzione, che e' lo strumento mafioso per eccellenza''.

Solo quando ''si porranno le condizioni per prevenire i ricorsi di questo fenomeno si potra' dire che lo Stato ha vinto contro la Camorra, la mafia o la 'ndrangheta. Prima di allora potremo solo contare i successi ma anche tante cadute in questa sfida''.