Cronaca Bianca

RUVIANO. Cittadinanza onoraria al sindaco di Betlemme, a padre Ibrahim e agli avvocati Vittorio Giaquinto e Raffaele Crisileo

Da sinistra Crisileo, Giaquinto, Salman e padre Faltas

Il prossimo 3 settembre la cerimonia ufficiale


RUVIANO - La Citta' di Ruviano si appresta ad accogliere l'avvocato Anton Salman, nuovo Sindaco di  Betlemme, successore della professoressa Vera Baboun, dal 13 maggio scorso, che sarà loro ospite in occasione del doppio appuntamento in programma domenica 3 settembre 2017 alle ore 1O.OO presso la Sala Consiliare del Comune per essere proclamato Cittadino Onorario di Ruviano e per un convegno sulla condizione di vita dei Cristiani a Betlemme. 

Nell'occasione verranno insigniti dell'onorificenza della Cittadinanza Onoraria di Ruviano, per meriti speciali e culturali, con distinte motivazioni, come ha deliberato unanimamente il Consiglio Comunale nella seduta dell'11 luglio scorso anche Padre Ibrahim Faltas, l'avv.  Raffaele Crisileo e l'avv. Vittorio Giaquinto 

Anton Salman, da anni avvocato della Custodia Francescana della Terra Santa delle Province del Medio Oriente, sara' accompagnato dai suoi colleghi  italiani  avv. Giaquinto e avv.  Crisileo nonche' da Fra  Ibrahim Faltas, Discreto della Custodia di Gerusalemme, con il quale ha condiviso i 43 giorni di assedio della Basilica della Nativita' durante la prima intifada del 2002. 

Le due personalita' sono conosciute  in tutto il mondo per aver vissuto il conflitto tra israeliani e palestinesi durante l’'assedio armato alla Basilica della Natività di Betlemme nel 2002 e in quel contesto fecero da mediatori  per  una soluzione tra le due parti in conflitto. 

La Citta' di Ruviano è lieta di dare la Cittadinanza Onoraria ed il benvenuto ad Anton Salman ed a Padre Ibrahim Faltas   – ha commentato il sindaco Roberto Cusano- in occasione di una loro visita straordinaria in Italia che offre non solo l’opportunità di stabilire un patto di amicizia  tra i comuni  di Ruviano e di Betlemme e la Custodia di Terra Santa di Gerusalemme, ma anche di offrire al nostro territorio la possibilita' di aprire un dialogo interculturale, mirato alla crescita sociale delle rispettive  comunità attraverso un ponte istituzionale che lega la nostra città ai luoghi simboli della cristianità.  E' questo un percorso  che ci vede impegnati nella condivisione del valore della pace e nel confronto culturale  fonte di arricchimento e di crescita personale. Un saluto particolare rivolgiamo agli avvocati penalisti Vittorio Giaquinto e Raffaele Crisileo, fortemente legati  al nostro territorio  ai quali, per meriti speciali nel campo della cultura e del diritto, viene concessa l'onorificenza della Cittadinanza Onoraria".