Cronaca Nera

SINDACO accusato di TRUFFA E PECULATO. Tutte le accuse a carico di...

Trasferte mai effettuate e rimborsate e uso personale...


MIGNANO MONTE LUNGO - L'accusa è grave e riguarda rimborsi ottenuti per percorrenze mai effettuate.

Non solo: ma si ipotizza anche il peculato per il presunto uso, a scopi personali, dell'auto del Comune. La Procura della Repubblica di Cassino indaga sul sindaco di Mignano Monte Lungo Antonio Verdone. Uno dei casi piùà eclatanti: la dichiarazione di ottocento chilometri percorsi per una manifestazione svoltasi vicino Roma. Le indagini della Guardia di finanza avrebbero dimostrato che, in realtà, la distanza effettivamente coperta è stata pari alla metà. L'indagine è partita da alcuni esposti, redatti da cittadini di Mignano Monte Lungo, relativamente alle dichiarazioni, effettuate dal sindaco Verdone, sulla sua partecipazione a molti eventi extra comunali, le cui trasferte, forse dubbie, sarebbero state puntualmente rimborsate con i soldi del Comune, e dunque dei cittadini. In questi esposti, i cittadini avrebbero dimostrato l'assenza del sindaco Verdone alle manifestazioni, alle quali avrebbe raramente delegato il suo vice, ma che usualmente si sarebbero svolte in assenza di rappresentanti del Comune dell'alto casertano. Nell'inchiesta della Procura della Repubblica sarebbero finiti anche alcuni articoli giornalistici, riguardanti le manifestazioni incriminate, da cui si evincerebbe la manca partecipazione alle stesse da parte del sindaco Antonio Verdone.

Red.Cro.