Cronaca Nera

LE MAZZETTE DI ANGELO GRILLO e la monnezza di Cervino targata Belforte. 13 richieste di rinvio a giudizio. In 4...

Angelo Grillo, Roberto Grillo e Biagio Di Nuzzo

APPUNTAMENTO a Napoli davanti al Gup il prossimo 8 gennaio 2018


CERVINO/MARCIANISE (Iris Persico) - Arriva a una fase cruciale l'ennesimo procedimento della lunga saga giudiziaria che coinvolge l'imprenditore marcianisano Angelo Grillo, da poco divenuto collaboratore di giustizia. Si tratta dell'ultimo intervento dell'autorità giudiziaria, relativo all'aggiudicazione della gara d'appalto per la raccolta dei rifiuti solidi urbani e per la gestione della differenziata porta a porta, aggiudicata dal Comune di Cervino alla EcoSystem 2000 del citato Grillo.

Oggi, davani a uno dei gip del tribunale di Napoli, sono state presentate le istanze per 4 riti abbreviati, mentre per altri 9 imputati si procederà col rito ordinario.

L'indagine è stata firmata, come tutte le altre riguardanti Grillo, dal Pm della Dda Luigi Landolfi.
Ricordiamo, per chi si fosse perso il lungo focus che abbiamo dedicato, a suo tempo, a questa ordinanza, che i fatti contestati agli imputati si sono verificati tra il 2011 e il 2012.


L'aggiudicazione dell'appalto sarebbe stata controllata dal clan Belforte di Marcianise attraverso Angelo Grillo, oggi diventato collaboratore di giustizia. Indagati anche i figli di quest'ultimo Giuseppe e Roberto, i tre suoi ex dipendenti Mincione, Ferrante e Valente. In questo filone di inchiesta sono coinvolti anche Ulderico Di Bello, architetto del Comune di Cervino e Rup della gara e l'allora sindaco facente funzioni Biagio Di Nuzzo, che secondo la Procura «avrebbe intascato un mensile di mille euro dall’azienda EcoSystem 2000 srl intestata ad Andrea Mastroianni per il 70% e a Patrizia Marra per il 30% per garantire il pagamento delle fatture all’azienda impegnata nel servizio, nel comune di Cervino, di raccolta differenziata porta a porta di rifiuti urbani e servizi accessori».

Nel collegio difensivo l’avvocato Giuseppe Tessitore per Grillo.

Questi i richiedenti del rito abbreviato, che si svolgerebbe davanti a un altro gip/gup dello stesso Tribunale di Napoli:

Ulderico Di Bello, Angelo Grillo, Giuseppe Grillo, Elpidio Baldassarre.

Questi, invece, i nomi, dei richiedenti del rito ordinario il cui processo si svolgerà, invece, davanti ad un collegio giudicante del Tribunale di Santa Maria Capua Vetere:

Maria Grillo, Anna Grillo, Gianfranco Albanesi (classe '67), Roberto Grillo, Sergio Luciano, Assunta Mincione, Pasquale Valente, Biagio Di Nuzzo (consigliere comunale), Alessandra Ferrante.