Economia e Territorio

Visura protesti persona fisica: cos'è e perché è importante richiederla

Ecco gli strumenti per ottenere tutte le informazioni sulle persone che fanno capo ad una società


Fare impresa non significa solamente studiare in modo particolareggiato il mercato, o individuare un’idea creativa potenzialmente di successo, ma anche comprendere che questo mondo nasconde tantissime insidie. Soprattutto quando si parla dei clienti e delle partnership commerciali, che possono portare con loro problemi quali mancati pagamenti, protesti e via discorrendo. Fortunatamente esistono diversi strumenti per ottenere tutte le informazioni sulle persone che fanno capo ad una società, in modo tale da poter ottenere una panoramica chiara per valutare la loro affidabilità: parliamo della visura protesti, e delle numerose opportunità concesse da questo strumento così efficace per valutare tutti i fattori di rischio di una collaborazione aziendale o di un contratto. 

Visura e protesto: cosa sono e quali informazioni veicolano 

Per spiegare cos’è la visura protesti, occorre innanzitutto chiarire cos’è il protesto. Si tratta di una procedura che si attiva nel caso in cui una persona non rispetti il pagamento di una cambiale, di un vaglia o di un assegno, e che viene registrato in tutti i casi di mancato pagamento, a fronte di un contratto o comunque di una prova con valore giudiziale: le persone che si macchiano del protesto finiscono all’interno di una lista chiamata “elenco ufficiale dei protesti”, il cui aggiornamento avviene ogni mese tramite la Camera di Commercio. La visura protesti è dunque la procedura attraverso la quale vengono richieste alla Camera di Commercio le informazioni pubbliche di una persona, che comprendono anche l’elenco di eventuali protesti: in questo modo è possibile ottenere tutte le informazioni per valutare se il cliente è un buono o un cattivo pagatore. 

Come richiedere una visura protesti? 

Esistono due vie per richiedere una visura di questo tipo. Innanzitutto, essendo l’elenco ufficiale dei protesti un documento pubblico, ci si può direttamente rivolgere alla Camera di Commercio per ottenere tutte le informazioni del caso, ma si tratta di una procedura burocraticamente abbastanza complessa, che spesso necessita della presenza fisica del richiedente in sede. Un’alternativa decisamente più pratica è la richiesta della visura dei protesti di una persona fisica online attraverso portali come Icribis, gestiti da professionisti del settore ed in grado di spedire il report sulle informazioni utili a stretto giro di posta, senza richiedere interventi diretti da parte di chi muove la domanda. 

Perché è importante richiedere la visura protesti? 

In un momento in cui la sopravvivenza delle aziende è legata alla possibilità di fare cassa, i cattivi pagatori possono diventare – più che in passato – un problema molto grave e complesso da risolvere, nel caso in cui i debiti non vengano poi corrisposti. Questi intoppi possono infatti portare a grandi spese per il factoring e le cause legali, che possono protrarsi per anni e nel mentre causare il fallimento di un’azienda. Ed ecco che le visure protesti sono un sistema gratuito ed immediato per prevenire i mancati pagamenti, in quanto forniscono una visione chiara dell’affidabilità di un eventuale cliente o partner aziendale. Infine, va anche specificato che la suddetta visura copre un periodo di 5 anni, dunque risulta essere davvero utile per scavare a fondo nel recente passato creditizio di una persona.