Cronaca Nera

CAMORRA MARCIANISE. Dopo quasi venti anni di carcere Mimì Belforte pronto a pentirsi

Da sinistra Domenico Belforte, Maria Buttone e Salvatore Belforte

Il boss scrive alla moglie Maria Buttone e rivela la sua volontà a diventare collaboratore di giustizia


MARCIANISE - Domenico Belforte, storico capo della camorra marcianisana, ad un passo dal pentimento. Stando ad alcune indiscrezioni sembra che il boss abbia manifestato la sua volontà di diventare collaboratore di giustizia in una lettera inviata, qualche giorno fa, alla moglie, Maria Buttone, che al momento si trova agli arresti domiciliari a Rimini dopo l'ultima inchiesta della Dda in cui furono coinvolti anche il figlio Salvatore e la nuora. 

RED.CRO.