Cronaca Bianca

LA FOTO. Smantellato per sempre il camino della centrale nucleare del Garigliano

Lavoro completato dalla Sogin


SESSA AURUNCA - Completato dalla Sogin, societa' di Stato responsabile del decommissioning (smantellamento) degli impianti nucleari e della gestione dei rifiuti radioattivi, lo smantellamento del camino della centrale nucleare del Garigliano, nel Casertano. La struttura tronco conica in cemento armato alta 95 metri con un diametro di 5 metri, che caratterizzava lo skyline della centrale campana, verra' ora sostituita da un nuovo camino in acciaio con un'altezza quasi 3 volte inferiore. Circa 10 milioni di euro e' il valore complessivo delle attivita', compresa la realizzazione del nuovo camino. Le attivita' di smantellamento sono state avviate nel 2014 in tre fasi.

Nella prima, sono stati realizzati i lavori propedeutici, quali ad esempio i collaudi di sistemi e macchinari su un mock-up del camino in cemento armato di 12 metri, l'impermeabilizzazione dell'aria e il consolidamento delle strutture. Poi sono state decontaminate² le pareti interne del camino, utilizzando un robot di tecnologia italiana che, muovendosi dall'alto verso il basso, ha rimosso sottili strati di calcestruzzo contaminati. Durante le operazioni, il flusso d'aria e' stato regolato attraverso specifiche serrande evitando la dispersione all'esterno di detriti e polveri. Cio' ha garantito la massima sicurezza per la popolazione e l'assenza di impatto sull'ambiente.