Ultima chance per gli imprenditori Clemente Izzo, Franco e Seb Minutolo: a fine giugno rischiano di andare in carcere. ECCO PERCHE’

18 Maggio 2018 - 16:40

SAN FELICE A CANCELLO (g.g.) – Clemente Izzo, noto imprenditore sanfeliciano, impegnato anche nel mondo della ristorazione rischia di passare diverso tempi in carcere, se il 22 giugno, la V° sezione penale della corte di Cassazione che in un solo giorno valuterà i ricorsi presentati, ascolterà la requisitoria della procura, le discussioni degli avvocati difensori e di parte civile per poi procedere, presumibilmente in serata, alla lettura del dispositivo della sentenza. Se dovesse confermare il verdetto di secondo grado con il quale è stato condannato a cinque anni di reclusione. Comunque meglio degli otto anni inflittigli in primo grado. L’accusa, ormai arcinota, almeno ai nostri lettori, è quella di aver partecipato alle attività estorsiva del clan Belforte, indicando quelle attività economico-produttive che potevano essere avvicinate a scopo estorsivo.

La

stessa accusa grava su altri due imprenditori, stavolta di San Nicola la Strada, Sebastiano e Franco Minutolo, condannati, invece, in secondo grado entrambi a sei anni. Anche per loro, dunque, nonostante un periodo di carcerazione preventiva, se non ricordiamo male, abbastanza prolungato, si dovrebbero riaprire le porte del carcere.