Casertani, morirete salernitani: Concerto di Capodanno con gli artisti dell’orchestra amata da De Luca

Caserta (pasman) – Come già si era saputo da alcune anticipazione ufficiose dei giorni scorsi da parte degli uffici della Reggia, il tradizionale concerto di Capodanno nella Cappella Palatina, sebbene per il rotto della cuffia, si terrà, nonostante il monumento osservi la prevista chiusura per la giornata festiva.

Dunque, secondo il programma previsto, l’orchestra sinfonica Claudio Abbado, diretta da Ivan Antonio, si esibirà con inizio alle ore 11 del primo dell’anno e con ingresso al pubblico gratuito su indispensabile prenotazione telefonica, fino ad esaurimento dei – non molti, davvero – 200 posti disponibili.

Tutto bene, sennonché ci risulta che l’autorizzazione ufficiale allo svolgimento della manifestazione sia stata formalmente rilasciata solo dopo le ore 16 di ieri l’altro, venerdì, per attendere la regolarizzazione di alcuni pagamenti dovuti dalla società Scabec, impresaria dello spettacolo.

E sta di fatto che quando dopo poche ore abbiamo consultato il sito del monumento abbiamo appreso che i posti erano già tutti esauriti.

Ora non vorremmo che questo pressoché immediato accaparramento della platea sia stato dovuto al prevalere degli inviti di cortesia, istituzionali o di favore a discapito del pubblico comune.

Ce lo auguriamo, ma ne saremmo certi solo se ci venisse spiegato quali sono stati i criteri obiettivi seguiti nelle prenotazioni.