La rivoluzione di Bracci: con lui al comando VOLALTO prima in classifica a pari merito con Mondovì

CASERTA – Il campionato della Golden Tulip Volalto Caserta sta proseguendo nel migliore dei modi dopo un primo impatto destabilizzante: le prime due giornate, con sconfitte sonore contro due dirette avversarie quali Soverato e Martignacco, costrinsero il Presidente delle rosanero Nicola Turco ad intervenire immediatamente per tappare la falla. Una squadra allestita con perizia e nomi altisonanti non poteva, infatti, raccogliere un solo set per due partite.
Da lì la decisione dei esonerare il pur volenteroso e professionale Luca Cristofani con l’ex giocatore e vice allenatore della Nazionale, nonché Hall of Famer, Marco Bracci. Uno che in carriera ha visto più vittorie che sconfitte giocando al fianco di campionissimi come Giani, Bernardi e Gardini.

Ebbene, prendendo in considerazione le sole partite in cui Bracci ha guidato la Golden Tulip, perdendo tra l’altro la gara d’esordio visto il pochissimo tempo a disposizione per preparare il match, si scopre che Caserta sarebbe primatista in classifica a pari merito con Mondovì. A due giornate dal termine della regular season le prime cinque in classifica che accederanno alla poule promozione della seconda fase (portando con sé i punti dei soli scontri diretti) sono attualmente queste: Mondovì 35, Caserta 30, Orvieto 29, Soverato 29, Martignacco 23. Classifica che, tralasciando le prime due giornate senza Bracci, muterebbe in tal modo: Mondovì 30, Caserta 30, Orvieto 23, Soverato 23, Martignacco 20.
Insomma, la Volalto sarebbe già matematicamente certa del secondo posto con due giornate ancora da giocare visti i sette punti in classifica che la distanzierebbero dal terzo posto.
Giulia Melli si sta imponendo come uno dei principali terminali offensivi della Volalto mettendo a segno oltre 13 punti di media a partita, coadiuvata dalla Perez capace di dare un altro ulteriore contributo attestandosi in doppia cifra di media a quota 11.
Buono il campionato disputato sin qui anche dalla veterana, nonché campionessa d’Italia la scorsa stagione, Elisa Cella.
Il futuro sembra rosa per la Volalto. Anzi, rosanero.

R.R.