Lutto nell’Arma dei Carabinieri. Colpito da un malore, muore brigadiere 52enne

SAN NICOLA LA STRADA:(Christian de Angelis) Un grave lutto ha colpito la benemerita casertana. Se ne è andato nella notte appena trascorsa il brigadiere Pasquale Chindemi di 52 anni. Il suo cuore ha smesso di battere presso l’ospedale Sant’Anna e San Sebastiano di Caserta, dove era ricoverato da giovedì sera.

Il militare avrebbe avuto un malore presso la sua abitazione di Caserta, dopo aver smontato dal servizio.

Immediata la corsa presso il nosocomio Casertano di via Tescione dove i medici hanno dovuto affrontare un gravissimo arresto cardiaco.

Purtroppo, dopo circa 24 ore di lotta contro la morte, il brigadiere si è dovuto arrendere e il suo cuore ha smesso definitivamente di battere.

I funerali si terranno domani, domenica 16 dicembre alle ore 11 :00 presso la Chiesa del Buon Pastore a Caserta.

Tantissimi i messaggi di cordoglio alla famiglia del sottufficiale dell’Arma, che lascia un ricordo indelebile in tutti quelli che lo hanno conosciuto.

Ecco alcuni dei messaggi di cordoglio più commoventi.

Giuseppe :“Pasquale Cav Dott Chindemi Pasquale Tu, non eri un carabiniere, bensì il carabiniere. Un signore e galantuomo. Non sono molte le persone a cui voglio veramente bene, ma ,tu eri certamente tra quelle. Ci mancherai.”

Titti: “Caro amico mio, te ne sei andato all’improvviso, lasciandoci nello sconforto più totale. Questa notte , quando ho appreso la triste notizia, nella mia testa si sono susseguiti come in un film tutti i ricordi legati a te: quando da ragazzini giocavamo tutti insieme nella mitica Via Rossi, tu arrivavi sempre con il tuo sorriso, poi l’adolescenza quando con le mani in tasca , l’immancabile sorriso e l’aria un po’ sfottente cominciavi a parlare. I ricordi più recenti risalgono a diversi anni fa, quando ci siamo casualmente incontrati mentre facevamo sport nella Via degli Atleti a Caserta e tu mi hai riconosciuta , mi hai salutata e mi hai raccontato tutto l’ultimo periodo della tua vita. Poi ci sono degli aperitivi pre Natalizi con il gruppo al bar Ferrara , tante risate e sfottò. Adesso proprio nel periodo pre Natalizio te ne sei andato. Ho sperato che tu riuscissi a superare questo tragico momento ed invece lassù qualcuno ha troppo bisogno di te, della tua nobiltà d’animo e della tua disponibilità. Ovunque tu sia ti invio un grande bacio. Ci hai lasciati orfani delle sane risate che ci provocavi con il tuo modo di fare e di essere! Ciao guaglió!️ Al mio amichetto Cav Dott Chindemi Pasquale.”

Linda e Gianluca: “La vita è una cosa troppo breve. Davvero in un attimo tutto può finire. C’eri sempre, per tutti… Mi ricordo quando mi dicesti..e soprattutto lo dicesti ad Enrico: “Non sono Enzo, ma quello che posso fare, lo faccio” Non dimenticherò mai quelle parole… E così è stato. Anche per la paura del furgone bianco, siccome a San Nicola c’era stata denuncia e tu eri di quella caserma, subito ti chiesi. Ricordo quando ti prestai il vestitino da carabiniere di Enrico, per un bimbo che conoscevi, e ti dissi che però ci tenevo a riaverlo per conservarlo… Perché avremmo dovuto rifare le foto in caserma. Ed ora che sono tre bambini, stavo cercando altri vestitini per rifare le foto tutti insieme…E niente…tu ormai sei un nuovo angelo della famiglia ♥️!Quando il cane di quel barbone morse Enrico, tu corresti. Quando mi successe quello spiacevole inconveniente a Portico, tu corresti. Le cose non le mandavi a dire… Le dicevi. E quando dovevi esserci, c’eri. Per tutti. Ultimamente anche io presa per tutti gli impegni, l’intervento di Alessio a Brescia e tanti pensieri, forse non c’ero come avrei voluto, per tutti…però ho sempre nel cuore le persone che ci sono state e che ci saranno. Soprattutto avrò sempre nel cuore quelle che non potranno più esserci per motivi forzati. Come non detto, ogni anno si perde un pezzo della famiglia. Abbiamo troppi carabinieri come Angeli. Ho pregato tanto perché dovevo incontrarti col cane a piazza mercato come ogni periodo natalizio e sfotterti come sempre…ma purtroppo non sarà così, ancora una volta. Vola in alto, e salutami Enzo, cugino.”

Marco: “Cav Dott Chindemi Pasquale è un grande dolore, un amico di sempre. Un vero casertano, un autentico uomo delle Istituzioni…….R.I.P. fratello caro!!!”

Angelo:“Ho avuto l’onore di conoscerti e lavorare con te. Anni incancellabili pieni di gioia e spensieratezza come solo tu sapevi regalare. Mi mancherai maledettamente. Nn è giusto.”

Vincenzo:“Non ho parole in questo momento così drammatico per la perdita di un carissimo fratello, amico e collega veramente una persona onesta, disponibile, preparato e ottimo carabiniere. Mi unisco alla famiglia al grande dolore.”