MADDALONI. LA CAMORRA DEI VIDEOGIOCHI. Lo chef-boss Mastropietro e altri indagati chiedono l’abbreviato

MADDALONI – Sono diversi gli imputati, nel processo sul business delle slot machine della famiglia Marciano, che hanno richiesto il rito abbreviato, procedimento che si caratterizza per la mancanza della fase dibattimentale e la definizione del giudizio nella stessa udienza preliminare e che, in caso di condanna, porta a dei benefici, come la riduzione della pena.

Al Gup Luca Battinieri sono arrivate diverse richieste di rito abbreviato da parte degli avvocati difensori che quindi sperano in una pena ridotta proprio utilizzando questo strumento. Lo chef che diventò boss, Antonio Mastropietro è tra i 13 indagati che hanno richiesto l’abbreviato. Ricordiamo che l’uomo è coinvolto anche nell’omicidio Panipucci, condannato a 30 anni in primo grado.

 

GLI INDAGATI:

Alberto Marciano, Davide Marciano, Francesco Marciano, Giuseppe Marciano, Michele Marciano, Pasquale Marciano, Vincenzo Marciano, Domenico Di Stasio, Antonio Mastropietro, Ciro Micillo, Giampiero Vegliante e Raffaele Diana.