Ad Script

Sconto di pena per il ras dei Casalesi: cella con poco spazio e senza acqua calda

30 Novembre 2023 - 16:11

Il Magistrato di Sorveglianza ha concesso 157 giorni di riduzione della pena

CASTEL VOLTURNO – Riduzioni di pena per Alfonso Iacolare, 42enne di Castelvolturno, cugino della moglie di Francesco Schiavone, esattore del clan dei Casalesi sull’litorale domizio. E’ quanto stabilito dal magistrato di sorveglianza di Reggio Emilia a seguito dello scioglimento della riserva sul procedimento di reclamo proposto dal legale di Iacolare, l’avvocato Ferdinando Letizia.

Iacolare si trova ristretto in carcere in quanto coinvolto in un’inchiesta della Dda di Napoli nel 2012 sulle nuove leve del clan a seguito della quale è stato ritenuto responsabile di spaccio di sostanze stupefacenti, di estorsione, detenzione a porto abusivo di armi con l’aggravante di agevolazione mafiosa.

Il provvedimento di reclamo è stato presentato dal legale dell’uomo con riferimento al periodo di detenzione ininterrotta dal novembre del 2011 al gennaio del 2012 presso la casa di circondariale di Santa Maria Capua Vetere, dal gennaio del 2012 al giugno del 2016 presso il carcere di Ancona, dal giugno del 2016 all’ottobre del 2016 di Cuneo. La mancanza degli aspetti caratterizzanti la carcerazione e nello specifico il suo periodo di detenzione, quale la carenza di spazio nella camera di pernottamento, la mancata assistenza sanitaria, la completa assenza di luce di acqua calda, il magistrato di sorveglianza in accoglimento del reclamo del difensore ha concesso la riduzione di 157 giorni di reclusione.