Aggredito da 3 giovani in casa della ex. I tre si difendono davanti al giudice

VAIRANO PATENORA – Sono stati interrogati ieri i tre giovani di Vairano Patenora accusati di concorso in violazione di domicilio aggravata, lesioni personali aggravate, minaccia aggravata, detenzione e porto illegale di strumenti da punta o taglio atti ad offendere (nella specie due bastoni e una spranga di ferro), con l’aggravante di avere commesso il fatto per futili motivi.

Gaetano Altera ha ammesso di aver litigato con la vittima, ma ha negato l’uso di bastone e spranga. Giovanbattista Vivace ha respinto le accuse, spiegando di aver fatto da paciere, mentre Lucio Valente ha negato la sua presenza sul luogo del pestaggio, sostenendo di essere arrivato lì in un secondo momento.

I tre sono accusati di aver pestato un ragazzo che si era recato nell’appartamento occupato fino a pochi giorni prima con la sua ex compagna e il figlio di entrambi, con l’intento di smontare alcuni mobili e portali con sè. Da qui l’alterco e la donna che chiama uno degli indagati, suo compagno attuale. Quest’ultimo sarebbe entrato in casa con gli altri due indagati e i 3 avrebbero colpito il giovane (CLICCA QUI PER LEGGERE).