CASERTA. Dichiarato il fallimento giudiziario della Volalto del preside Agostino Barone. La Procura indaga per bancarotta fraudolenta

CASERTA – La Volalto Asd a responsabilità limitata è ufficialmente fallita. In effetti, si tratta di una sorta di auto fallimento visto che il semi sconosciuto amministratore Attimonelli ha portato, come si suol dire, i libri in tribunale, consegnandoli alla procedura fallimentare. Inutile dire che il nome importante è quello del preside, ci pare oggi in pensione, di un istituto dei Salesiani Agostino Barone, il quale, a quanto ci risulta, di questa Asd è socio.

Senza girarci troppo intorno, quelli che si metteranno in fila per il fallimento, tra questi il noto Carlo Barbagallo, difficilmente caveranno un ragno dal buco. Perchè la Volalto Asd è una scatola vuota. Non sappiamo se lo è sempre stata, o se lo è diventata. E proprio su questo ultimo tema si concentreranno le indagini della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere, a cui il giudice del fallimento ha trasmesso gli atti, per verificare se esistono elementi per aprire un procedimento ai danni del legale rappresentante e dei soci, per bancarotta fraudolenta.

Al riparo dalle richieste dei creditori, è sicuramente Nicola Turco, il quale, prima di costituire una nuova società, la Volalto 2.0, totalmente estranea a quella precedente, ha gestito, spendendo molti quattrini, l’ultimo anno della Volalto Asd, cioè quella di Barone e Attimonelli. Turco, però, all’inizio dell’anno sportivo pretese la sottoscrizione di un contratto in cui veniva esplicitamente esclusa ogni sua responsabilità rispetto alle gestioni degli anni precedenti.

Seguiremo con attenzione gli eventi.