Da noi anche il basket è violento. Mega rissa tra giocatori, pubblico, famiglie durante la partita Portici-PARETE

PARETE(g.g.) I fatti sono stati confermati dalla società Basket Parete, sponsorizzata dal centro diagnostico Pasteur. In un comunicato stampa, il cui testo integrale pubblichiamo in calce, viene espresso il rammarico per gli incidenti gravi, verificatisi ieri, sul parquet del Palazzetto dello Sport di Boscoreale durante la partita di serie c Silver, in pratica, la C2 tra lo Sporting Portici e l’appena citata squadra dell’area sud dell’agro aversano.

Nel comunicato, il Parete riconosce di aver sbagliato reagendo a quelle che definisce le “provocazioni rispetto alle quali non siamo stati all’altezza di reggere psicologicamente“. Insomma, rissa totale con un giocatore del Portici svenuto e soccorso del 118, arrivato poco prima dei carabinieri, i quali, quasi sconsolati, perchè dal basket non si sarebbero aspettati un caso del genere, hanno dovuto penare non poco per sedare la rissa.

A nostro avviso, queste due squadre meriterebbero l’espulsione dal campionato. Però, siccome si sa bene che il denaro non puzza e questi pagano iscrizione, tasse eccetera alla Federazione, vedrete che ci saranno delle squalifiche, ma questi due marchi che non hanno fatto onore certo a uno sport considerato integro, portatore di valori del sano confronto in grado di coinvolgere, senza pericolo, famiglie intere con bambini, nei vari impianti, continueranno ad aggirarsi pericolosamente nei parquet campani.

 

QUI SOTTO IL COMUNICATO DEL BASKET PARETE

SOSPENSIONE DELLA PARTITA, UNA BRUTTA PARTITA PER IL BASKET PARETE

La società Basket Parete avrebbe voluto portare a casa la quinta vittoria consecutiva a Portici , ma non è così. Infatti la partita ha avuto un risvolto alquanto negativo da un punto di vista sportivo, e
rispetto a ciò la dirigenza paretana ha immediatamente sentito l’esigenza di scusarsi: “ Episodi del genere non rientrano nel nostro modo di vedere lo sport, come in più occasioni abbiamo detto e

mostrato, tuttavia è accaduto. Non è stata una bella serata e non è nostra intenzione discolparci ma prenderci le nostre responsabilità rispetto a quanto di nostro, e solo quello, è stato fatto in
campo, perché non siamo stati all’altezza di reggere le provocazioni e di questo ci scusiamo con tutto il mondo sportivo e in primis cestistico, assumendoci le nostre eventuali responsabilità e solo
quelle, dato che in campo abbiamo dovuto purtroppo difenderci a un certo punto non solo dai canestri” – ha commentato a caldo lo staff paretano – “Inoltre, ci dispiace anche per il giocatore
della squadra di Portici che si è dovuto recare in ospedale per degli accertamenti e gli auguriamo una pronta guarigione. La stessa che auguriamo ad altri giocatori infortunati della nostra
squadra”. Per il resto, lo staff non ha lasciato ulteriori dichiarazioni sull’accaduto, in quanto “per la dinamica degli episodi accaduti aspettiamo di poterlo fare nelle opportune sedi e siamo fiduciosi
che sia fatto presto e nel migliore dei modi. Ora a noi premeva solo scusarci da un punto di vista sportivo: si può anche perdere, ma non deve mai perdere lo sport”, ha concluso lo staff paretano.

Comunicato stampa del 10 febbraio 2019 della società Basket Parete Centro Diagnostico Pasteur