In centinaia per l’addio a Giovanni Cepparulo. Don Ciro: “Era un modello per tanti giovani”

SANTA MARIA CAPUA VETERE (TP) –   La chiesa dell’Immacolata alle 17 era affollata di centinaia persone,  fuori e dentro la struttura, per l’ultimo saluto a Giovanni. “Una persona speciale, un modello per tanti giovani” ha detto don Ciro nel corso dell’omelia del funerale del  ragazzo di 24 anni morto fulminato dalla corrente elettrica. Amici, parenti c’erano tutti. Nessuno ancora riesce a crederci. Si preparavano le nozze invece la famiglia ha dovuto celebrare il funerale per un ragazzo d’oro,  grande lavoratore. Intanto oltre amministratore del condominio, l’avvocato Marcello Stanislao, ci sono altri quattro persone indagate con l’accusa di omicidio colposo, per la tragedia di via Della Valle dove ha perso la vita Giovanni Cepparulo fulminato dalla corrente elettrica mentre tentava di scavalcare il cancello. Si tratta del responsabile e di tre operai della ditta Di Monaco, si occupavano della manutenzione del parco di via Della Valle e di altre strutture in città.  Si vanno chiarendo, quindi, per l’impegno immediato del pubblico ministero Quaranta della Procura di Santa Maria Capua Vetere,  le cause della morte e soprattutto si vanno chiarendo le responsabilità della cattiva manutenzione del palazzo dove ha perso la vita il ragazzo di appena 25 anni che si doveva sposare il mese prossimo.