LA TRAGEDIA DELLA CLINICA PINETA GRANDE. Muore il 34enne Attilio Palmieri nipote degli imprenditori Sciacca. Lavorava in Bulgaria

MONDRAGONE – E’ una vicenda ancora tutta da chiarire quella della morte di Attilio Palmieri, avvenuta questa mattina alla clinica Pineta Grande. Un fulmine a ciel sereno perché dopo un primo allarme di un possibile contagio di aviaria, questa possibilità era stata esclusa e si era parlato di una fortissima influenza. E’ ovvio che la magistratura inquirente dovrà fare luce perché se effettivamente c’era l’aviaria, la questione diventa molto delicata. Un dramma che colpisce una famiglia nota a Mondragone quella degli Sciacca perché Attilio Palmieri era figlio di Anna Sciacca, sorella degli imprenditori che negli ultimi anni hanno molto investito in Bulgaria e Attilio lavorava,  per molti mesi all’anno, proprio nelle sedi bulgare dell’azienda di famiglia. Negli ultimi giorni si era parlato di un viaggio del 34enne in sud America, cosa che si dovrà accertare.