MARCIANISE. Tenta la rapina armato di coltello. Proprietaria 90enne lo mette in fuga

MARCIANISE – Nella tarda mattinata odierna, nell’ambito di mirati servizi di controllo del
territorio volti al contrasto della “criminalità predatoria”, in Marcianise, la

Polizia di Stato ha arrestato in flagranza di reato, per tentata rapina aggravata,
T.D., cl. 81’, residente in Marcianise. L’uomo, poco prima delle 12.30, armato
di un grosso ed affilato coltello da cucina e travisato da occhiali da sole e dal
cappuccio della felpa che indossava, si introduceva in un tabacchino del centro
cittadino e, sotto la minaccia dell’arma, intimava alla titolare, in quel momento
sola, di consegnargli l’incasso. Il malfattore, però, preso alla sprovvista dalla
reazione della donna, quasi novantenne, che iniziava ad urlare chiedendo aiuto,
si dava a repentina fuga, anche per il sopraggiungere di un cliente abituale che,
visto l’uomo armato, a sua volta allertava immediatamente il locale
Commissariato di Pubblica Sicurezza, fornendone una precisa descrizione ed
indicando la via di fuga.
Il tempestivo intervento di un equipaggio della “Squadra Volanti”, impegnata in
attività di prevenzione antirapina, permetteva di rintracciare e bloccare in pochi
minuti T.D., che nascondeva ancora nella tasca del giubbino il coltello che, poco
prima, aveva puntato contro la coraggiosa vittima la quale, evidentemente, non
era stata così remissiva come l’aggressore si aspettava vista la sua rispettabile
età.
La vitalità ed il coraggio della donna si rivelava anche nel successivo e convinto
riconoscimento del suo aggressore, noto pregiudicato, con numerosissimi
precedenti per reati predatori, contro il patrimonio e in materia di stupefacenti,
che, pertanto, veniva arrestato e poi tradotto agli arresti domiciliari presso la sua
abitazione, a disposizione del pubblico ministero di turno presso la Procura di
Santa Maria C. V., in attesa del processo con rito direttissimo che si terrà
domani, sabato 12 dicembre.