Truffa aggravata, indagati i titolari di un distributore di benzina

CASERTA – La Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere ha chiuso le indagini e si appresta a chiedere il rinvio a giudizio per Donato Aspromonte, 40 anni di Caserta, e per sua moglie, Anna Chirico, 36 anni, anche lei del Capoluogo.

Secondo la ricostruzione della Procura di Santa Maria Capua Vetere i due, amministratori della Dap srl avevano sottoscritto un contratto di affitto d’azienda con la società Giap srl dalla quale ricevevano un’anticipazione dei canoni di locazione di 216.800 euro e la fornitura delle apparecchiature, per un totale di 31.924 euro. Il contratto venne poi contestato, ma la somma ricevuta non veniva rimborsata. Per questo è scattata la denuncia della procura.

I due hanno 20 giorni di tempo per presentare memorie difensive.

Il distributore di benzina è ubicato in zona Vaccheria.