22 arresti dei carabinieri in diverse città. Ecco come la camorra voleva controllare il mercato della droga. TUTTI I NOMI

1 Luglio 2020 - 12:32

CASERTA – Sono 22 gli indagati arrestati questa mattina dai carabinieri nelle province di Latina, Napoli, Isernia e Caserta. Circa 100 carabinieri della compagnia di Formia e di reparti dei comandi provinciali di Latina, Napoli, Caserta e Isernia, con il supporto di un elicottero del Nucleo di Pratica di Mare e di unita’ cinofile antidroga dell’Arma e della Guardia di finanza, hanno dato esecuzione a una misura cautelare emessa dal Gip presso il Tribunale di Roma, su richiesta della Direzione distrettuale antimafia della Procura della repubblica di Roma, nei confronti di 22 persone dei quali 21 sottoposti a custodia cautelare in carcere, 1 ai domiciliari. I componenti del gruppo criminale, compresa una donna, sono ritenuti responsabili, a vario titolo, di associazione finalizzata al traffico di sostanze stupefacenti, possesso di armi e materiali esplodenti, minaccia, violenza privata e lesioni, con l’aggravante di aver agito con metodo mafioso.

TUTTI I NOMI:

Domenico e Raffaele Scotto, fratelli di 37 e 44 anni, entrambi originari di Napoli del quartiere di Secondigliano e al vertice del gruppo;
Michele Alberti, 28enne di Napoli;

Marco Barattolo, detto Mino, napoletano di 40 anni;
Diego Camerota, 35 anni, originario di Formia ma residente a Minturno;
Armando Danilo Clemente, 35enne di Gaeta residente a Minturno;
Domenico De Rosa, 24 anni, nato a Sant’Agata dei Goti e residente a Isernia;
Giuseppe De Rosa, 27 anni, nato a Sant’Agata dei Goti e residente a Gaeta;
Giancarlo De Meo, 34enne originario di Formia e residente a Minturno;
Stefano Forte, 46 anni di Minturno;
Francesco Leone, formiano di 23 anni;
Giuseppe Leone, formiano di 45 anni;
Massimiliano Mallo, 31enne nato a Napoli;
Giovanni Nocella, 52enne di Napoli;
Walter Palumbo, 37enne di Napoli;
Raffaella Parente, 29enne di Formia ma domiciliata a Parma;
Amedeo Prete, 26enne di Villaricca, Napoli;
Matteo Rotondo, 24enne di Sessa Aurunca residente a Minturno;
Valentino Sarno, 26enne di Napoli;
Daniele Scarpa, 37enne di Formia residente a Minturno.
Ai domiciliari, invece, Giuseppe Sellitto, 29enne di Formia residente a Sessa Aurunca.