Che guerra tra i SANTARPIA e l’ASL CASERTA. Mario De Biasio da un incarico legale per…

CASERTA – Abbiamo scelto di occuparci brevemente da questa delibera del direttore generale dell’Asl perché ci siamo incuriositi, per dirla tutta, dal nome di chi aveva fittato un immobile all’Asl. Il cognome è quello dei famosi esattori dell’agro aversano Santarpia. Difficile costruire tutta la vicenda con precisione, visto che l’atto è privo dell’illustrazione degli antefatti.

In sintesi, i Santarpia, precisamente Giuseppe, Generoso, Agnese e Mario, rivendicano formalmente il pagamento dei canoni di affitto relativi ai mesi che vanno dall’ottobre 2017 al marzo 2018. L’Asl, conferendo l’incarico legale all’avvocato Carlo Di Marsilio, rispedisce al mittente l’istanza dei Santarpia in quanto, dall’ottobre 2015 in poi nulla sarebeb più dovuto, visto e considerato che l’immobile in questione è stato sequestrato dall’autorità giudiziaria.

Non si riesce a capire se il titolo invocato dai Santarpia, correlato a un periodo temporale significativamente successivo a quello dell’ottobre 2015, sia stato riacceso da un dissequatro o da qualcos’altro.

E qui dobbiamo fermarci, poiché mancando nella narrativa della delibera la storia di questo negozio stipulato dall’Asl di Caserta o da una sua genitrice (ASL CE1/ ASL CE2), manca la possibilità di esporre la notizia con la compiutezza dovuta e determinata dalla conoscenza di tutti i particolari.

LEGGI QUI L’ATTO