Ad Script

CORONAVIRUS. E’ caos anche nei cieli: voli per l’Italia cancellati e rimodulati. ECCO COSA SUCCEDE A CAPODICHINO

2 Marzo 2020 - 19:16

L’emergenza coronavirus continua a spaventare. I passeggeri disdicono le prenotazioni (fino al 90%), non si presentano all’imbarco, perdendo addirittura la possibilità del rimborso (ci sono stati picchi del 65% tra lunedì e martedì), gli aerei volano sempre più vuoti e le compagnie decidono di ridurre le frequenze o addirittura cancellare centinaia di voli verso il Settentrione, soprattutto, ma ricadute ci sono anche negli altri aeroporti del Centro e del Sud.

Diverse, infatti, le compagnie aeree che hanno deciso di ridurre, se non addirittura annullare del tutto i voli da e per Napoli Capodichino.

La prima è proprio l’Alitalia che già nella giornata di oggi ha cancellato diversi voli da Napoli verso Milano.

La Turkish Airlines ha annunciato di aver temporaneamente cancellato tutti i voli per l’Italia.

La low cost Ryanair in una nota spiega di aver “notificato ai passeggeri la riduzione dei suoi operativi a corto raggio (principalmente da e verso l’Italia) fino al 25% per un periodo di 3 settimane, da martedì 17 marzo a mercoledì 8 aprile”.

La Swiss Air ha  annunciato che il numero di voli da e per l’Italia sarà ridotto. Ciò è dovuto non solo alla prevenzione ma anche al calo registrato nella prenotazioni di voli. La riduzione si applica fino alla fine di marzo 2020.

Anche la Wizz Air ha deciso di sospendere i voli da e per l’Italia dal 10 marzo al 4 aprile per l’emergenza coronavirus. In pratica, nel periodo considerato, sul sito della low cost non è possibile prenotare voli da Roma, Bologna, Catania, Napoli, Milano e Bari.