FOTO. Successo per il noto campione ortese della pizza Salvatore Lioniello: al Cibus, il Salone Internazionale dell’Alimentazione a Parma, tanti vip

10 Maggio 2018 - 12:31

ORTA DI ATELLA – Successo per il noto campione ortese della Pizza, Salvatore Lioniello, che in questi giorni sta esponendo i suoi prodotti genuini e all’avanguardia presso il Cibus, il Salone Internazionale dell’Alimentazione, l’evento di riferimento dell’agroalimentare italiano, una grande vetrina di visibilità internazionale con convegni e tavole rotonde su temi di attualità in ambito Food and Retail.

CIBUS, International Food Exhibition a Parma, conta migliaia di visitatori.

Tanti gli ospiti vip della fiera: immortalati con Lioniello al suo stand, Antonino Cannavacciuolo, Lino Scarallo, Gino Sorbillo e tanti personaggi del mondo dello spettacolo.

Salvatore Lioniello è nato a Marcianise 31 anni fa, giovane ma già navigato maestro dell’arte bianca.

Salvatore

è un ragazzo che vive ad Orta di Atella e già da qualche anno fa parlare di sé, molti lo conoscono come il pizzaiolo col cappello, sempre indossato con stile mentre elabora le sue creazioni.

Le sue pizze nascono dettate dalla grande passione e dalla sua conoscenza specifica dei prodotti, acquisita con studi specifici, anche legati alla chimica.

Si

è avvicinato a questo mondo all’età di 14 anni, nella sua Orta di Atella, mettendosi in evidenza negli ultimi cinque anni grazie alla partecipazione a molti campionati per pizzaioli.

Fin da subito ha fatto incetta di premi, è stato premiato al mondiale di Parma nel 2014 per pizza in teglia e di recente al Mondiale di Napoli è stato eletto il migliore al mondo per la pizza senza glutine.

Oltre 40 sono i trofei conquistati sia a titolo nazionale che mondiale, da ricordare anche il primo posto mondiale al campionato di coppia per Nazioni con L’API, primo classificato assoluto per la pizza a metro al mondiale di Napoli nel 2014 dopo il successo di Parma, mentre l’anno prima si era distinto tra tutti, salendo sul gradino più alto del podio nella categoria Freestyle, sempre al mondiale di Napoli.

Acquisita grande esperienza sul territorio grazie ad amicizie importanti nel mondo della pizza, dopo aver studiato a fondo tecniche avanzate di pizza Napoletana, come Biga, Autolisi e Poolish, grazie a corsi di formazione con grandi maestri, Salvatore ha proseguito ed approfondito i suoi studi con grande caparbietà da autodidatta, realizzando impasti personalizzati resi unici per fragranza e digeribilità. Ogni giorno è sempre alla ricerca di qualcosa di diverso che possa accontentare anche i palati più fini.

Poi grazie all’affiancamento con grandi chef stellati e avendo seguito anche i loro corsi, carpendo i loro consigli, oggi Salvatore è noto anche come lo chef/pizzaiolo. Nessuna delle sue pizze è mai banale, vere e proprie opere d’arte impiattate con attenzione e ricercatezza di dettagli e abbinamenti di gusti unici. Per questo ed altri motivi, è finito sotto i riflettori di molte emittenti televisive, con apparizioni in RAI, e molte reti locali, quarto canale, telenuova, tele A, rete capri, canale 9 e di recente TV 2000 lo ha contrattualizzato per realizzare diverse trasmissioni televisive dedicate al suo mondo e al suo stile unico.

Oggi Salvatore Lioniello è un consulente per le pizzerie, in tutto il mondo, forte è stata la sua presenza in oriente dove tra Cina, Giappone e Taiwan ha tenuto decine di corsi nel giro di 2 anni.

È docente di un’accademia di pizzaioli con la quale collabora da quasi un anno. Ovviamente l’arte e la bravura di Salvatore sono state notate da molte grandi aziende del settore pizzeria, che lo hanno scelto come testimonial per i propri prodotti.

Per il futuro, Salvatore ha dichiarato che ci sono tanti progetti, ha già confermato l’apertura di nuove pizzerie nella sua amata Orta di Atella, una interamente dedicata all’asporto, un’altra sarà una chicca gourmet. Poi oltre che alla collaborazione con TV 2000, non resta che seguirlo perché Salvatore Lioniello riserva sempre grandi sorprese.

Un esempio di orgoglio dei nostri territori, di come lavorare bene e onestamente paghi.

 

Lidia de Angelis